lunedì 19 gennaio 2009

Censura su Controradio?

Come ricorderete tempo addietro Controradio, in una sua trasmissione, ha intervistato Rosario Marcianò, alias Straker, che spesso si spaccia per "ricercatore indipendente" (talora anche come dott. Ros........ brrrrr mi vengono i brividi, fa quasi senso).

Vediamo ora la carta d'identità di cotanto ricercatore (una ripetizione non fa mai male):
  1. si presenta con un curriculum dove ha falsificato il titolo di studio (non è architetto.......sarà almeno geometra??);
  2. sbaglia i conti trigonometrici (vedi anche qui) nella sua strampalata metodologia di calcolo della quota di un aereo;
  3. non conosce la differenza tra umidità specifica e relativa;
  4. per sopperire alle sue carenze della matematica tipica delle scuole medie (di cui sopra), ha fatto una colletta per comprare un telemetro......... poi ne ha comprato uno di livello inferiore e probabilmente si è intascato la differenza (a meno di prove che mi contraddicano) (vedi qui, qui e qui);
  5. per provare le sue teorie sulla quota di volo falsifica video e prove, anche con il nuovo telemetro;
  6. nei suoi post non fa altro che fare il copia-incollaro di articoli strampalati non referati e non suoi, talora in inglese (tradotti con un vocabolario di 100 parole), spesso senza citarne le fonti, ed utilizza spezzoni di frasi qua e là stravolgendone il significato originale (il buon Nico riassume qui);
  7. Si improvvisa esperto in materie di cui non è affatto competente (l'esempio del Morgellons è il più ecclatante) e comunque fa correlazioni e proporzioni talmente strampalati che denotano tutta la sua ignoranza matematico-statistica.
  8. vìola sempre la privacy delle persone (caro Straker hai lasciato troppe tracce);
  9. da quello che scrive non ha la più pallida idea di come si fa una ricerca, tutte le volte che parla o scrive sarebbe da denunciare per procurato allarme;
  10. non avendo cultura scientifica, quando deve sostenere le sue teorie (che spesso vanno contro le leggi della fisica e non hanno alcuna base matematica) con veri ricercatori e/o cultori della materia, non avendo argomenti utilizza la denigrazione e le offese;
  11. Non avendo argomenti per sostenere le sue teorie, nel suo Blog sistematicamente non pubblica i commenti che possono confutare tutte le bufale da lui affermate.
Quindi Rosario Marcianò NON E' UN RICERCATORE, MA TUTT'ALTRO !!

Successivamente Pepe Ramone (devoto del grande produttore di bufale) ha realizzato un Post sul Blog di Controradio (dal quale è iniziata tutta la mia vicenda di Debunker per caso):


Come si può notare, tale post ha avuto 260 visite e sono stati pubblicati solo 6 commenti, tra i quali uno del nostro Marcianò nazionale:


Ora dalle e-mail ricevute dal sottoscritto, so per certo che molti commenti sono stati "censurati". Siccome Controradio non mi risulta avezza a tale pratica, ritengo che la censura possa essere stata effettuata da Pepe Ramone stesso, ritenendo offensivi o superflui (pubblicando comunque il post di Marcianò, veramente offensivo e querelabile per diffamazione) tutti quei commenti che confutano quanto affermato dal FALSO RICERCATORE, pilotando e distorcendo, di fatto, l'informazione sulle scie chimiche.

Propongo quindi di mandare una mail alla radio, nella persona del webmaster in INTERNET (l'indirizzo lo trovate qui), facendo presente la questione e richiedento la pubblicazione dei commenti che vengono inviati oppure la rimozione del Post sulle "Scie chimiche a Scarperia" in quanto, a mio avviso, risulta un caso di informazione pilotata e distorta.

Faccio comunque un po di pubblicità:
ABBONATEVI ALLE RADIO DEL CIRCUITO DI "RADIO POPOLARE" (CONTRORADIO PER FIRENZE PRATO PISTOIA LUCCA LIVORNO E PISA)

Saluti

Fioba

36 commenti:

  1. A me Pepe ha censurato almeno un intervento, ma forse anche di più, non ricordo esattamente.

    markogts

    RispondiElimina
  2. Scusate, ma di cosa state parlando?

    non è stato omesso niente (che io mi ricordi, ma provvedo a verificare), l'unica volta che ho chiesto personamente una rettifica (non ricordo a chi) è stato un dialogo personale e sufficentemete motivato. Questa campagna denigratori ad personam mi sembra davvero eccessiva.
    Non la penso come voi ma non sono nè un 'attivista' ne un fanatico. Di 'scie' non ne scrivo da tempo (anche se non devo giustificare nulla) e il mio blog parla (soprattutto) di altro.

    Se poi vi divertite a mettere a rischio l'onesto lavoro delle persone per questa sorta di fascismo persecutorio che avete intrapreso...beh, non mi sembra granchè 'etico'...

    PEPE RAMONE

    RispondiElimina
  3. Ci tengo a specificare che la presente non è una campagna denigratoria, ne nei confronti di Pepe Ramone ne tantomeno nei confronti di controradio, è un dato di fatto.
    Infatti visto il servizio pubblico di Controradio ritengo che tutti i commenti su quel Post debbano essere pubblicati (a meno che non siano offensivi, ma visto che è stato pubblicato quello di Marcianò...... il filtro sembra essere basso), sia quelli a favore che quelli contrari alla teoria sulle scie chimiche.
    Caro Pepe, io le tue scuse per la tua cappellata le ho accettate e non ho nessun pregiudizio su di te ne tantomeno sul tuo lavoro e semmai il "fascismo persecutorio" reindirizzalo verso Rosario Marcianò ed i suoi metodi.
    Ti ricordo infatti che senza neanche che tu avessi pubblicato il mio commento (che prontamente hai inviato a Straker per sapere se mi conosceva...... e poi non sei un fanatico?), ero già stato inserito nella lista nera degli "occultatori" ed avevo ricevuto due mail minatorie da Marcianò..... e il fascista sarei io....??' Ma riguardati bene il significato di fascismo e ristudiati bene la storia d'Italia prima di fare tali affermazioni, oltretutto senza conoscermi, senza conoscere la storia della mia famiglia in quel periodo.
    Non ho intenzione di rimuovere il mio Post, ma lo aggiornerò quando chiunque potrà commentare il tuo Post sulle scie chimiche (o male che vada, se non riesci a stargli dietro, quando verrà rimosso).

    Ciao

    Fioba

    PS. Puoi anche dichiararti non fanatico, ma da quello che scrivi non sembra proprio, e se questa è democrazia, il nostro Premier ha proprio vinto:

    "Pubblico questo commento non perchè rilevante, limitandosi a ripetere roba fritta e rifritta e facilmente rintracciabile sui siti dei 'disinformatori', ma perchè aiuta a raccontare l'identikit delle persone commentano, evidentemente, per 'professione'.
    Aggiungiamo dunque volentieri alla lista dei D**la Sc***va e Com****to, (Cicap, Osservatorio di Arcetri) questo nuovo 'amico', M**ko Ge***ni, ingegnere, guarda caso anche lui 'astrofilo', noto 'animatore' dei siti di disinformazione e (come gli altri) del forum 'coperto' geologi.it, conosciuto ai blogger che seguono Grillo e Di Pietro, e strenuo difensore delle posizioni dell'ENI in ambito energetico."

    Per inciso io non faccio il debunker di professione, ma è nato tutto grazie a te e a marcianò e dal momento che avete invaso la mia privacy.

    RispondiElimina
  4. Dunque ad un errore (puntualmente riconosciuto) si risponde con una SERIE di errori?

    La tua avversione sarà pure per Marcianò, ma è me che prendi di mira. e non da poco.
    quanto alle censure sul blog di Controradio (cosa che, per altro, non è al di fuori delle leggi, i 'moderarori' servono apposta) non mi risultano affatto, e posso smentirlo in ogni sede!!

    La 'Democrazia' è altro. E' la voce delle Persone, non delle 'identities'.....

    p.s. giusto per non dare informazioni 'fraintendibili': Controradio non è un 'servizio pubblico', ma una azienda privata. LIBERA!

    PAPA RAMONE

    RispondiElimina
  5. Controradio è una azienda privata, che vive grazie agli abbonamenti dei soci, ma che svolge un servizio di informazione "pubblico", nel quale il blog ed il tuo Post sono inseriti. Quindi la tua, visto che sei un moderatore, è censura preventiva nei confronti di tutti coloro che vorrebbero esprimenre un'opinione contraria a quella di Marcianò e quindi anche alla tua.
    Questo Blog aspetta una risposta, o si apre una discussione sul post di controradio oppure se ne chiede la rimozione dal blog.
    Non ho altro da dire

    Fioba

    RispondiElimina
  6. Dai!!! Sinceramente... la "censura preventiva" è una tua illazione non dimostrata, e che smentisco categoricamente. In ogni caso, venite pure a scrivere quel che vi pare, tanto tali toni si commentano da soli.

    Avete (qui sì, uso il plurale) perso il 'senno', e state perdendo anche un minimo senso di 'Umanità'.

    Buona Giornata.

    p.s. il quintoelemento non esprime affatto le posizioni 'ufficiali' di Controradio, radio pluralista per definizione, ma capisco che tali dimostrazioni di 'libertà' vi risultino 'estranee'.

    RispondiElimina
  7. Ehm da esterno mi permetto di esprimere un paio di dubbi.
    1. esiste un post sulle scie chimiche nel blog di controradio?
    2. se si vengono pubblicati tutti i commenti?
    3. la moderazione è legittima ma deve essere fondata, con che criterio vengono moderati i messaggi?

    Penso che il nocciolo sia questo. Se, per esempio, Markogts sostiene di aver provato a postare e il suo commento non è stato pubblicato mi piacerebbe capire perchè. Se a non essere pubblicati sono solo commenti di chi non crede alle scie chimiche questi hanno più che ragione a incazzarsi. Essere pluralisti significa dare spazio a tutte le opinioni. Sbaglio?

    RispondiElimina
  8. Potrei aggiungere che non sono stati pubblicati i post di Hanmar e comoretto, vado a memoria.....
    Diciamo che è una moderazione mooolto tendente al senso unico (io la chiamo censura del moderatore)

    Ciao

    Fioba

    RispondiElimina
  9. Fioba, puoi aggiungere quello che vuoi ma non falsità, a tutto c'è un limite. MAI ricevuti post di tale hanmar. Mai censurato commenti!

    RispondiElimina
  10. Caro Pepe,
    il mio (di ottobre) l'hai censurato, dicendo che non aggiungeva nulla di nuovo alle disinformazioni dei debunker (dei miei "compagni di merende", sarei una specie di Pacciani).

    E aspetto ancora la tua visita ad Arcetri, cosi' a 4 occhi si chiariscono tante incomprensioni (spero).

    RispondiElimina
  11. Ciao Gianni, mi sono permesso di fare il tuo nome solo perchè Pepe mi aveva scritto che gli avevi fatto un commento fotocopia del mio..........
    Ed il bello è che io e te non ci siamo mai visti ne sentiti.

    Ciao

    Fioba

    RispondiElimina
  12. Gianni, ciao, appena ne ho l'occasione passo a trovarti, l'incontro mi farebbe molto piacere. Quello che dici comunque conferma che non di censura si è trattato ma di moderazione motivata, con tanto di spiegazioni. Condivisibili o no. Ma tutto nella massima chiarezza.

    Fioba, alcune 'identità collettive' non necessitano di 'contatti'. E solo corrispondenza ad alcuni 'tipi'.
    Sono concetti noti, e studiati.

    Ora, siccome non voglio passare la vita su questo blog monotematico su di me, gradirei interrompere qui la questione, rimandando gli aggiornamenti a quando ci sarà qualcosa di più sensato (e recente...) su cui discutere. e lo faremo volentieri.
    Posso congedarmi? o dovete parlare di 'Pepe Ramone' per molto altro? sono convinto che troverete di meglio da fare....

    RispondiElimina
  13. POI DICI CHE NON SEI UN FANATICO...!!!!

    "Fioba, alcune 'identità collettive' non necessitano di 'contatti'. E solo corrispondenza ad alcuni 'tipi'.
    Sono concetti noti, e studiati."

    Questa è la classica filosofia Strakeriana

    I Commenti, comunque, saranno chiusi quando il Post sulle "Scie Chimiche a Scarperia" sarà aperto (ovvero non moderato a senso unico o censurato, leggetelo come vi pare) oppure rimosso (se Pepe non riesce a stargli dietro).
    Invito sempre tutti a mandare la mail con la richiesta al Webmaster di Controradio (vedi link nel post).

    Tu Pepe puoi fare quello che vuoi, questo Blog è libero a tutti senza moderazione (vengono eliminati solo i post offensivi).

    Saluti

    Fioba

    RispondiElimina
  14. Identità collettive... concetto interessante. Ritengo tuttavia che per dare del disinformatore bisogna prima chiarire il concetto di informazione. Chiarire chi ha argomenti razionali e chi no. Altrimenti può apparire all'osservatore esterno che il criterio sia "non condivido ciò che dici quindi dico che disinformi". Ovviamente la mia è una osservazione in senso generale e non diretta ad una persona in particolare. Solo per chiarire un pò i termini. In ogni caso penso che per essere disinformatore una persona debba, per principio, essere in malafede e diffondere informazioni false. Quindi per definire una persona "disinformatore" si dovrebbe poter dimostrare in modo razionale e argomentato che:
    1. ciò che dice è falso;
    2. mente sapendo di mentire.

    RispondiElimina
  15. @alessandro
    non sai come mi trovi d'accordo. Purtroppo i veri disinformatori sono Rosario Marcianò & Co. e tutti quelli che fanno riferimento al sito Tankerenemy.
    Il brutto è che si approfittano di persone che non hanno studiato e che non hanno una "forma mentis" che gli permette di leggere, ascoltare e valutare in maniera critica quello che gli viene somministrato. La cosa più infame è che i F.lli Marcianò vendono materiale divulgativo su questi argomenti, pur essendo stati sbugiardati più volte, sfruttando la buona fede e l'ignoranza di tante persone anche con il fatto che Straker si presenta alle sue "conferenze" (se così si possono chiamare) con il titolo di dottore.

    Ciao

    Fioba

    RispondiElimina
  16. @Fioba:

    vedi ciò che mi manda in bestia è che poi chi esprime dubbi sulle loro posizioni passa per fascista o peggio. Per mia deformazione ideologica sono sempre stato incline a non credere alle informazioni preconfezionate. Ma per lo stesso motivo ho sempre avuto la tendenza a informarmi. E per deformazione professionale (sono uno storico) tendo sempre a verificare le fonti.Quando chi ritiene di fare "informazione libera" o "controinformazione" pretende che tu creda per filo e per segno a ogni cosa che afferma pena l'accusa di essere al soldo del potere, beh... questo atteggiamento mi ricorda proprio l'autoritarismo che odio.
    E aiuta a capire chi sono i "veri disinformatori".
    Scusa l'excursus autobiografico, ma penso aiuti a conoscerci meglio e, soprattutto, a capire che il pensiero razionale unisce persone molto diverse per retroterra ideologico e formazione.

    RispondiElimina
  17. Su questo argomento con me sfondi una porta aperta.

    ciao

    Massimo

    RispondiElimina
  18. PS
    Alessandro domani passo dalle tue parti (devo andare a san michele)

    fioba

    RispondiElimina
  19. Certo che se per pepe ramone la moderazione motivata, consistente nel non pubblicare i commenti contrari alle opinioni sue e del suo amico straker e alcuni contrari
    con commenti finale del tipo "Pubblico questo commento non perchè rilevante", non e' censura, non capisco proprio cosa intenda per censura, oppure ha una concezione
    tutta sua di censura

    RispondiElimina
  20. @Fioba:

    se passi anche per Trento o se ti avanza tempo per un caffè sei il benvenuto. Io praticamente non ho orario. :P

    Ciao.

    Ale.

    RispondiElimina
  21. Fioba sono proprio le persone come Ramone Pepe che mi hanno fatto perdere la fiducia in Radio Popolare e simili.
    Certe persone hanno l'idea che libertà sia solo quello che è conforme alle mie opinioni. A questo punto è più onesto Ferrara. che ha chiarito di essere fascista, che una persona come Pepe che dice di essere di sinistra (probabilmente si riferisce alla sinistra di Mussolini, le idee che questo pepe ha sono esattamente quelle)

    RispondiElimina
  22. @vale56:

    Un'aneddoto che può essere indicativo. Alcuni anni fa un amico, militante DS e consigliere comunale, mi invita per una "serata informativa". Venne proiettato uno dei tanti filmati complottisti sull'11 settembre con l'invito a diffondere certe idee (non era comunque una iniziativa di partito ma privata, volevo solo dare un'idea del background).
    Un paio di giorni dopo ne parlo con altri amici, questi anarchici di vecchia data e nemici del "sistema" per definizione. La loro reazione si riassume in "Non so, ho visto quel video e letto un libro sullo stesso tema ma mi sembra che non stia in piedi. A me pare una scusa per vendere libri e dvd".

    Per la serie "quello che non ti aspetti..:"

    RispondiElimina
  23. @Vale56
    io non ho perso la fiducia in Controradio, non mi va di assimilare una o un gruppo di persone alla "maggioranza", tanto che quest'anno andrò a sostenerla. Certe cose mi fanno solo pensare che nella famosa "sinistra" o "centro-sinistra" ci siano persone veramente ottuse, nel senso che si credono tanto alternativi, quando in realtà non hanno un minimo di spirito critico in quello che leggono o in quello che ascoltano. Magari sono in buonafede, ma questo non li giustifica. Sono d'accordo con te che sono comunque più apprezzabili persone di altra fazione politica ma che sono coerenti con l'ideologia che portano avanti.

    @Alessandro
    Gli anarchici, hanno una cultura ed una forma mentis tale che leggono ed ascoltano in maniera critica, talvolta sembra che vedano le cose molto dall'alto, che le sappiano prima..... non so come spiegarmi.
    Non so se riesco a fermarmi a Trento per un caffè, mia moglie ha un colloquio a San Michele e io devo stare dietro al bimbo. Comunque anche a me farebbe piacere. Hai la mia mail?

    Ciao

    Massimo

    RispondiElimina
  24. @Massimo:

    Non ho la tua mail. Non so se puoi estrapolare la mia dal login che faccio per commentare (mi son sempre chiesto se gli amministratori di blog hanno questo supremo potere :P), altrimenti te la lascio in commento.

    RispondiElimina
  25. Ok... ti invio i miei dati. Elimina pure. Grazie.

    RispondiElimina
  26. Io sento Controradio, sono socio del loro club (un modo per autofinaziarsi, con qualche vantaggio ma soprattutto un'adesione ideale alla radio, che opera regolarmente in perdita). Come valutatore di Banca Etica, ho dato un parere entusiasta per un finanziamento erogatogli. Conosco diverse persone che ci lavorano, con ottima stima reciproca. Mi han intervistato diverse volte. Quindi io stimo loro e loro, in linea di massima, stimano me.

    Il lavoro di Pepe e' principalmente legato al Rock Contest, un concorso per gruppi rock emergenti, e anche qui non ho nulla da dire. Anche perchè, come dice Moretti, io non parlo di ginecologia, non mi metto a parlare di cose che non conosco. E quando lo faccio, do' un'occhiata a cosa dicono quelli che ne capiscono qualcosa e riporto il loro pensiero.

    Quel che mi colpisce in gente come Pepe (o Straker) è come si ostinino a parlare di cose di cui evidentemente non ne sanno nulla. Ho spiegato a Pepe che in tutto Agosto ci sono state condizioni per formazione di scie non persistenti, sopra una quota che e' normalmente raggiunta da aerei di linea. E che per almeno 3 giorni, forse 5-6, anche condizioni per la persistenza. Ma lui continua a citare il fatto di aver visto scie tutto Agosto come prova che sono chimiche. E questi insistono a dire che le condizioni per la formazione di scie sono rarissime, continuando a citare male un documento divulgativo NASA che non han capito.

    RispondiElimina
  27. @Fioba, Alessandro e Camoretto.
    Sinceramente vedo troppa gente di "sinistra" che si parla addosso senza curarsi di ascoltare gli altri, una volta venivano chiamati Radical-Chic.
    Queste persone sono più pericolose per le idee che dicono di sostenere più degli avversari. Anche perché quando, per un qualsiasi motivo, si trovano ad avere in mano il bastone del "comando" dimostrano che NON SONO DEMOCRATICI, ma sono dei dittatoruncoli frustrati.
    E questo mi fa incazzare molto, visto che la mia militanza nella sinistra è di almeno 7 lustri.
    Le persone come pepe sono convinte di capire tutto solo perché sono loro, non hanno l'umiltà di capire che non si sa tutto, e che ci si deve affidare a chi ne sa più di te, oppure si deve studiare l'argomento prima di parlare.
    Se fossimo nel medio evo queste persone sarebbero dei perfetti inquisitori, capaci solo di accettare le risposte che si sono dati da soli, senza nemmeno immaginare che la realtà sia diversa. Per fortuna, come gli inquisitori, queste persone sono destinate ad estinguersi, lasciando solo il ricordo di mentalità ottusa idiozia e ignoranza.

    RispondiElimina
  28. @Vale56:

    Il problema torna sempre alla radice: troppa gente parlare di cose di cui non ha alba. E se questo succede con persone il cui background politico ideologico è simile al proprio, magari che rivestono anche ruoli e cariche importanti, beh... è frustrante, perchè poi indirettamente scredita anche chi, con pazienza certosina, cerca di capire le cose senza mai dare per scontato di avere una verità rivelata in mano. E si fa presto a essere presi da questi "religiosi della politica", bollati di eresia ed emarginati. L'ho sperimentato nella mia breve esperienza da militante e ne sono uscito più veloce di un tanker che vola rasoterra. :)

    RispondiElimina
  29. Buonasera, sono appena rientrato da Trento

    @Alessandro
    leggi la mail.

    @Vale56, Alessandro, Gianni
    Premetto anch'io che il lavoro di Pepe a Controradio, nel Rock Contest e nella programmazione musicale è sicuramente valido e ciò non è mai stato messo in discussione.

    Io direi che le persone come Ramone sono convinte di capire tutto solo perché sono, per la loro filosofia (o credo politico),sono convinte di essere sempre dalla parte "giusta" della barricata, sembra che non hanno l'umiltà di mettersi in discussione su argomenti o situazioni dove non sono ferrati. Chiaramente se non sei d'accordo con loro ti accusano di essere un disinformatore, servo della CIA, del NWO ecc.
    Da notare anche l'intervista di Travaglio di oggi:
    "Poi io, personalmente, sono caduto in questa trappola del web; disgraziatamente ci sono finito con un blog in coabitazione con altri due colleghi. Significa entrare in una spirale delirante, per cui ogni volta che parli di una cosa ti chiedono perché non parli di quell’altra. E poi ci sono i fissati monomaniaci che si fanno l’idea che tu sia un servo delle banche perché non parli del signoraggio o un servo della Cia perché non parli delle scie chimiche. Ci sono proprio dei mitomani che si dedicano sempre, notte e giorno, a questi temi e attribuiscono al giornalista un ruolo completamente diverso da quello che dovrebbe avere."
    Intervista Polis-Blog.it (http://www.polisblog.it/post/3409/intervista-a-marco-travagliovigilanza-rai-una-contraddizione-in-termini).

    Purtroppo poi, sono d'accordo con vale56, questa mentalità "limitata" si ritrova spesso in militanti che si definiscono "di sinistra", che non hanno un minimo di mentalità critica o, parlando in termini biologico-paleontologici, non sono in grado di adattarsi al mutamento delle situazioni, della storia, o dell'ambiente circostante, di mettersi praticamente in discussione e che quindi sono destinati all'estinzione (i dinosauri e le ammoniti insegnano). E poi ci lamentiamo che in italia Brlusconi ha questo consenso........ e chi dovrebbero votare.....
    ora si esagera, dalle scie comiche alla politica, Si vede che sono stanco e parlo troppo
    Buonanotte a tutti

    Fioba

    RispondiElimina
  30. In realta' non mi ricordo se ho commentato o scritto qualcosa su quel thread.
    Onestamente non lo so piu', scrivo talmente tanto...

    Saluti
    Hanmar

    RispondiElimina
  31. Terenzio il Troll23 gennaio 2009 22:27

    Faccio una comparsa su questo blog in veste di troll, perche' penso che diro' una cosa piuttosto controversa e che forse scatenera' polemiche, ma per una volta sono serio.

    "Fioba, alcune 'identità collettive' non necessitano di 'contatti'. E solo corrispondenza ad alcuni 'tipi'.
    Sono concetti noti, e studiati.
    "

    Si, e sono una delle giustificazioni di almeno due regimi totalitari (nominalmente di segno opposto), nonche' uno dei cavalli di battaglia dei brigatisti rossi.

    "identita' collettive" tipo "il proletario", "il padrone", "il capitalista", "il servo del potere"...
    O "il disinformatore".

    Uno non puo' avere la propria idea ed agire in un certo modo ed essere giudicato per le proprie azioni: deve vivere con un'etichetta appiccicata alla fronte.
    Cosi' uno non puo', per dirne una, essere oggettivamente uno studioso e basta che si fa un c... cosi' in buona fede per provare (a modo suo) ad aiutare i lavoratori.
    Deve essere "soggettivamente" un servo del potere che va punito per educarne cento.
    E si trova pedinato, senza saperlo e senza potersi difendere, da almeno cinque svitati armati (fulgido esempio di coraggio, tra l'altro) che lo ammazzano come un cane senza poter dire "ba".

    Tutto perche' corrisponde ad un tipo di identita' collettiva ben noto e studiato.

    Preferisco i troll, grazie.
    Almeno, se mangiamo un passante che cerca di attraversare un ponte, non e' uno della nostra stessa specie.

    RispondiElimina
  32. @Hanmar
    me lo scrivesti nelle prime mail scambiate, chiedendomi se il blog era attivo in quanto avevi provato a commentare senza buon esito.

    @terenzio il troll
    Troll o non troll non mi interessa, questo è un blog aperto a tutti.
    Anche se il concetto è estremizzato, mi sento di condividere il tuo pensiero visto che i mentecatti di tanker enemy hanno gia iniziato a minacciare. Io li definisco spesso poveracci, in realtà sono estremisti ma senza alcuna cognizione di causa e cultura.

    Fioba

    RispondiElimina
  33. hai tutto il mio appoggio (ti ho rubato l'html :) )

    RispondiElimina
  34. http://www.primosecondoterzo.com/2009/02/primo_17.html

    RispondiElimina

I commenti a questo blog, salvo offese e casi di eccezionale gravità che incapperebbero nel codice penale (e di cui chi scrive si assumerà la responsabilità), sono liberi, senza censura ed a pubblicazione immediata per i post con meno di 14 giorni.

Come previsto dalla piattaforma Blogger, possono essere utilizzati i seguenti tag HTML con la seguente sintassi:

1) <a href="LINK">PAROLA O FRASE LINKATA </a> (per la creazione di link)
2) <b>PAROLA O FRASE IN GRASSETTO</b> (per la creazione di testo in grassetto)
3) <i>PAROLA O FRASE IN CORSIVO</i> (per la creazione di testo in corsivo)

Grazie per la vostra partecipazione.

Related Posts with Thumbnails

Etichette

Debunkers e Blog tematici