domenica 23 dicembre 2012

Eruzione a Stromboli

Ebbene si, Stromboli ci ha regalato l'eruzione natalizia.......
Alle 19.00 ore locali (più o meno) il vulcano ha iniziato la colata di lava...... Beati quelli che ci sono.

 Telecamera termica quota 400m s.l.m. (Fonte INGV)


 Telecamera visibile quota 400m s.l.m. (Fonte INGV)


Se volete le immagini LIVE, connettetevi al sito INGV.
Aggiornerò se riesco.......

PS Grazie a Stefania Bacherini per le info!!!! Forse questo blog ha dato la notizia per primo o tra i primi!!!

CIAO A TUTTI I LETTORI E BUONE FESTE!!



sabato 30 giugno 2012

Segnalazioni: Il Carnevale della Fisica


Riemergo un attimo dall'oblio lavorativo per segnalarvi una lodevole iniziativa di Paolo Pascucci che ha riunito numerosi Blog che trattano dallo studio della forma e della composizione del pianeta, all'analisi delle forze della natura che spesso sconvolgono la vita degli umani, alle considerazioni più tecniche sull'effetto dei terremoti, al chiarimento su alcune voci che inevitabilmente circolano in rete.



Qui il CARNEVALE DELLA FISICA, buona lettura

Saluti a tutti e buon caldo torrido..... Caronte è arrivato!!!!



martedì 29 maggio 2012

Terremoto Emilia: la terra trema ancora

Questa mattina alle 9.00 (7.00 UTC) un terremoto di magnitudo Ml pari a 5.8 ha nuovamente colpito l'Emilia Romagna nell'area compresa tra Bologna, Modena e Mantova. Al momento in cui scrivo si contano 16 morti, 1 disperso e migliaia di sfollati.
Anche questo si è trattato di un terremoto di origine tettonica generato da un movimento compressivo. La profondità risulta intorno ai 10Km di profondità (più profondi di quello del 20 maggio) ed il calcolo del meccanismo focale effettuato tramite dati a larga banda della Rete Sismica Nazionale e della rete MedNet dell'INGV ha evidenziato la seguente soluzione (coerente con le precedenti):
Quindi si tratta sempre di faglie orientate mediamente est-ovest e con spostamento in direzione nord-sud. Confrontando questi dati con la geologia del sottosuolo padano si ipotizza che i terremoti siano avvenuti su dei piani di faglia immergenti verso sud.
La sequenza sismica è iniziata con l'evento del 20/05/2012 (preceduto da 4 Fore-shocks) ed è stata seguita , dall'ultimo bollettino emesso dall'INGV il 30/05/2012 alle ore 8.00, da oltre 986 repliche. Dall’inizio della sequenza,
  • gli eventi di magnitudo superiore od uguale a 5 sono stati 7;
  • quelli con magnitudo tra 4 e 5 sono stati in totale 24;
  • 134 di magnitudo compresa tra 3 e 4
  • 822 di magnitudo minore di 3.
Il grafico sotto mostra la sequenza dei terremoti avvenuti nell'area aggiornati alle ore 09.00 del 30 maggio. In viola l’andamento degli eventi dalle ore 09.00 del 29/05/2012. Fonte INGV


Il grafico sotto mostra l’andamento del numero dei terremoti per giorno dall'inizio della sequenza sismica come nell'ultimo bollettino emesso dall'INGV il 30/05/2012 alle ore 8.00.




 
Di seguito la mappa della sequenza sismica (fonte sempre INGV)


Nell'area epicentrale, nel raggio di circa 30 km, non erano presenti terremoti "storici", e i'epicentro più vicino è datato nel 1346 con magnitudo < 5. Si riporta di seguito la cartografia della sismicità registrata dall'anno 0 all'anno 2002 (Catalogo Parametrico dei Terremoti Italiani, versione 2004 CPTI04 - Fonte INGV)


Qui potete seguire gli eventi sismici in tempo reale e qui potete leggere i bollettini emessi dall'INGV. E' inoltre online il Blog INGVTERREMOTI con aggiornamenti e note tecniche.


Ma a questo punto vi chiederete se sta succedendo qualcosa di anomalo o di anormale in Emilia.........

sabato 26 maggio 2012

Terremoto in Emilia Romagna - Alcune considerazioni

POST RI-AGGIORNATO
Come ho già scritto, il 20/05/2012 alle 4.03 (2.03 UTC) un terremoto di magnitudo Ml pari a 5.9 ha colpito l'Emilia Romagna nell'area compresa tra Bologna, Modena, Ferrara e Mantova.
La profondità risulta inferiore a 10-12 Km e precisamente a 6.3Km di profondità (superficiale - tipica dei terremoti appenninici) ed il calcolo del meccanismo focale effettuato tramite dati a larga banda della Rete Sismica Nazionale e della rete MedNet dell'INGV ha evidenziato la seguente soluzione:
Meccanismo focale (Fonte: INGV) 

L'evento principale (Main-shock) è stato preceduto n°4 scosse (Fore-shocks) con eventi fino alla magnitudo 4 ed attualmente è seguito da un'altro sciame "di assestamento" (After-shocks) con eventi fino a magnitudo 5.1 (evento del 20/05/2012 alle 15.18 ora italiana). In particolare, l'INGV, dall'ultimo bollettino emesso il 26/05/2012 alle ore 8.00, ha localizzato oltre 290 terremoti (grazie anche al lavoro di tutti i precari..... qui il loro Blog). Dall’inizio della sequenza,
  • gli eventi di magnitudo superiore od uguale a 5 sono stati 3;
  • quelli con magnitudo tra 4 e 5 sono stati in totale 15;
  • 70 di magnitudo compresa tra 3 e 4
  • 476 di magnitudo minore di 3.
Il grafico sotto mostra l’andamento del numero dei terremoti per giorno nell’ultima settimana.



Di seguito gli eventi registrati dalla rete INGV aggiornati al 26/05/2012 alle ore 8.00



I meccanismi focali di alcuni dei terremoti di magnitudo compresa tra 3.4 e 5.9 avvenuti tra il 20 e il 23 maggio indicano che il movimento durante ciascun terremoto è avvenuto su faglie orientate mediamente est-ovest e con spostamento in direzione nord-sud. Confrontando questi dati con la geologia del sottosuolo padano si ipotizza che i terremoti siano avvenuti su dei piani di faglia immergenti verso sud. Di seguito i meccanismi focali calcolati (fonte bollettino INGV del 25/5/2012 h. 23.00):



Qui potete seguire gli eventi sismici in tempo reale e qui potete leggere i bollettini emessi dall'INGV

domenica 20 maggio 2012

Terremoto in Emilia Romagna (Ml=5.9)

Post aggiornato il 21/5/2012 h. 11.00
 Salve a tutti, mi riapproprio un attimo del blog e scusatemi per la latitanza, ma ultimamente sono impegnato con il lavoro e ho poco tempo per mentecatti e complottisti vari (mi mantengo comunque informato).

Questa mattina alle 4.03 (2.03 UTC) un terremoto di magnitudo Ml pari a 5.9 ha colpito l'Emilia Romagna nell'area compresa tra Bologna, Modena, Ferrara e Mantova. 

Area epicentrale (Fonte: INGV)

Al momento in cui scrivo si contano 6 morti e tremila sfollati, a differenza del terremoto de L'Aquila, i soccorsi sono stati immediati, a dimostrazione che li la Protezione Civile era ben organizzata (a meno che non venga smentito nelle prosime ore).

I danni sono stati decisamente ingenti (vedi foto successive da Repubblica.it e ilpost.it):






L'evento principale (Main-shock) è stato preceduto n°2 scosse (Fore-shocks) con eventi fino alla magnitudo 4 ed attualmente è seguito da un'altro sciame "di assestamento" (After-shocks) con eventi fino a magnitudo 5.1 (evento alle 15.18 ora italiana).
Di seguito gli eventi registrati dalla rete INGV aggiornati al 21/05/2012 alle ore 08,00

Qui potete seguire gli eventi sismici

Etichette

Debunkers e Blog tematici