lunedì 18 gennaio 2010

Straker.... sempre più analfabeta scientifico

Post modificato il 19/01/2010 h. 20.00

Il nostro amico Straker, ci meraviglia sempre per le cialtronate che scrive. In particolare, sul suo cesso di blog (nel senso che fa cagare), mostrando la sua natura di sciacallo nei confronti delle vittime del terremoto, afferma che il sisma di Haiti è di origine artificiale:


Osservate la risonanza H.A.A.R.P. (evidenziata in fuchsia) nei giorni precedenti, durante il sisma (12 gennaio 2010) e dopo il terremoto (artificiale) nello stato di Haiti. Abbiamo unito i sei grafici significativi (dal 9 al 14 gennaio 2010), così da rendere meglio l'idea di che cos'è H.A.A.R.P. e quanto sia reale il suo potere distruttivo. Consigliamo di salvare questo filmato, così da mostrarlo, di volta in volta, allo scettico di turno.


L'ignorante, oltre a non saper leggere uno spettrogramma, forse non sa leggere neppure l'inglese (o se lo sa leggere è un cialtrone), in quanto nel link che lui cita, non c'è scritto proprio quello che afferma:

The image below is a time-frequency spectrogram, which shows the frequency content of signals recorded by the HAARP Induction Magnetometer. This instrument, provided by the University of Tokyo, measures temporal variations in the geomagnetic field in the ULF (ultra-low frequency) range of 0-5 Hz.....(omissis)

Ovvero il magnetometro, installato dall'Università di Tokio presso HAARP, misura le variazioni temporali del campo magnetico terrestre nella banda ULF (Ultra Low Frequency) tra 0-5 Hz e non la risonanza HAARP come affermato dal cialtrone.

Se poi si va a leggere il link a cui rimanda la pagina sopra menzionata:

The induction magnetometer installed at the HAARP site is designed to detect a signal level of a few picoTesla (pT) at 1 Hz. The over all frequency response of the magnetometer is shaped by Faraday's law at frequencies below 1 Hz and by active filters at frequencies above 1 Hz. Below 1 Hz the coil response is proportional to the time derivative of the magnetic field and thereby gives a response proportional to the frequency. Above 1 Hz, signals are suppressed by a low-pass filter with a corner frequency at 2.5 Hz. The filter response diminishes by 24 dB per octave above the corner frequency and thereby eliminates interference from 60 Hz radiation. The magnetometer sensors are aligned along the magnetic north, magnetic east and vertical directions to form an orthogonal measure of the derivative of the field. The sensor outputs are amplified by 40,000 and sampled at a 10 Hz rate with 16-bit resolution in a full scale of 10 Volts.
Facendo un riassunto (anche per Straker, così forse ci pensa prima di scrivere stronzate):
  1. il magnetometro è progettato per registrare segnali di pochi picoTesla (10−12 T) alla frequenza di 1 Hz (il segnale al di sopra di questa frequenza è filtrato da un filtro passa basso con una corner frequency a 2.5 Hz)
  2. i sensori sono amplificati di 40000 volte
Per rendersi conto di quello di cui si sta parlando il tesla è l'unità di misura della densità del flusso magnetico o dell'induzione magnetica e (grazie Wiki) :
  • sulla Terra, alla latitudine di 50° è 5 · 10−5 T mentre all'equatore, alla latitudine di 0° è 3,1 · 10−5 T;
  • in un grosso magnete a forma di ferro di cavallo è 10−2 T;
Si deve considerare inoltre che il terremoto di Haiti ha avuto una magnitudo di 7.3, equivalente ad una esplosione da 50 megaton e pari ad una energia di oltre 300· 1015 J.

Ora, secondo voi, una misurazione del campo magnetico terrestre, amplificata 40000 volte e dieci ordini di grandezza minori di una calamita, può generare un terremoto dall'energia superiore a 300· 1015 J ?????? E da dove la prende l'energia necessaria????

Un'altro particolare non trascurabile è la frequenza. In genere un terremoto tettonico come quello di Haiti ha una frequenza compresa tra 0.003-100 Hz, ovvero un periodo
  • per le onde di volume P ed S compreso tra 0.01-50 sec (100 Hz e 0.02Hz)
  • per le onde superficiali tra 10-350 sec (0.1 Hz e 0.003Hz).
La trattazione matematica di come si generano le varie frequenze, che dipende dallo spostamento iniziale della faglia (da 1 a 5 metri), dalla superficie di rottura interessata, (anche vari Km) dal percorso all'interno della terra delle onde sismiche e dalle varie interfacce attraversate (ad es. la Moho) è molto più complessa e richiede un corso di Fisica Terrestre, pertanto non vi annoierò con i vari calcoli (anche perchè non credo vi interessino e sinceramente non credo verrebbe capita dai fenomeni complottisti-paranoici di tankerenemy)
Accelerogramma registrato durante il terremoto dell'Irpinia del 1980 con il relativo spettrogramma (fonte)

Il magnetometro, come da link fornitoci da Strakkino, misura in un range tra 0-5 Hz. Chi da al sistema l'energia per salire in frequenza fino a 10 o 100 Hz? Ovvero........ ma sarà mai possibile che un magnete con una densità magnetica di pochi picoTesla (10−12 T) cioè come ho detto sopra dieci ordini di grandezza inferiore rispetto ad una calamita, come quelle con cui giocavamo da bambini, possa far spostare una enorme massa di roccia per 3-5m su una distanza di 1-3 Km coinvolgendo un volume di roccia di svariati miliardi di metri cubi?

L'energia non si crea mica per magia....... è si......... l'ignoranza è una brutta bestia e Straker ancora non l'ha addomesticata.

Come al solito Rosario Marcianò si è distinto per ignoranza e per disinformazione (tanto per cambiare) ed ha perso un'altra buona occasione per stare zitto. Scrive e parla senza alcuna nozione di base, ignorando (assieme al suo compagno di merende Corrado Penna) qualsiasi elementare principio della fisica che si insegna alle scuole medie, ma d'altronde da uno che si è spacciato per laureato in architettura con laurea fatta con photoshop che cosa ci possiamo aspettare..... solo una serie di enormi cazzate!!

A volte mi chiedo perchè, se non gli piace Sanremo con gli aerei che quando passano sul suo quartiere fanno "on" e quando escono fanno "off", non se ne torna nella terra natia, a Piedimonte Matese, lontano dalle rotte degli aerei e dagli aereoporti, con la campagna, la montagna (Bocca della Selva è a due passi), respirererebbe aria buona senza morgelloni...... si lo so noi perderemmo una sicura fonte di ilarità ma lui ne guadagnerebbe in salute (ogni tanto bisogna essere altruisti.

Saluti

Fioba

PS appena ho un po di tempo aggiorno il post con altro mateeriale, stay tuned

15 commenti:

  1. Fioba tu evidentemente non capisci o sei pagato per non capire. Siccome è evidente che pubblicare la risonanza di HAARP sarebbe controproducente allora gli Illuminati la pubblicano ma con una didascalia che la descrive come se fosse altro... Mi pare assolutamente ovvio...

    ROTFL! :)

    Piacere di rileggerti come sempre! :)

    RispondiElimina
  2. Il magnetismo gli mancava... poteva mica tenere codesta pecca fuori dalle sue cialtronate???

    CIALTRONE!!!!

    RispondiElimina
  3. Lo sterkoraro fa leva sull'ignoranza e sulla fedeltà cieca dei suoi, pochi per fortuna, lacchè.

    Ciao Fioba!!!

    RispondiElimina
  4. E' evidente che per Rosario Strakano' e per il suo compagno di merende Corrado pinna di squalene l'energia si possa creare dal nulla.
    Io poi, riguardo al titolo di studio, visto che non sa fare nemmeno i conti di aritmetica di base, ho il dubbio che non abbia nemmeno la licenza media

    RispondiElimina
  5. Tra l'altro Marcianò lascia intendere che quel grafico si riferisce a cosa EMETTE HAARP mentre invece si tratta di una MISURA.

    Vaccate a parte, sarebbe interessante sapere se un terremoto provoca una temporanea alterazione del campo magnetico terrestre. A naso direi di no visto che il campo è dovuto agli strati più interni del pianeta ma chiedo lumi a chi ne sa di più :)

    RispondiElimina
  6. Come sempre:

    STRAKER...

    PUPPA !!!!

    RispondiElimina
  7. Ormai non serve nemmeno debunkarlo, tanto gli credono solo 4 beoti disposti a credere a qualsiasi puttanata.

    RispondiElimina
  8. dai tirerà fuori la storia di qualche arma ad energia scalare

    RispondiElimina
  9. Ho aggiornato il post per alcune inesattezze

    @Domenico
    E' stato osservato, in occasione di alcuni terremoti, un incremento dell'attività elettromagnetica registrata da alcune settimane prima fino all'evento sismico. Tali segnali però:
    1. Non vengono sempre registrati, in quanto spesso non si riesce ad isolare il rumore di fondo dai segnali elettromagnetici prodotti naturalmente nell'atmosfera,
    2. Il meccanismo sorgente dei segnali non è stato ancora riconosciuto, infatti ci sono varie teorie tra le quali la presenza di falda acquifera, le proprietà piezoelettriche delle rocce, i meccanismi di fratturazione delle rocce,
    3. Tali ipotesi ne fanno automaticamente sorgere altre, ad esempio, che profondità e che caratteristiche composizionali deve evere l'acqua, oppure che tipo di roccia deve essere interessata dall'evento (es. magmatica, sedimentaria o metamorfica)? Tutte domande alle quali allo stato attuale non è possibile dare risposta.

    Se ti interessa vedi qui:
    http://ipensieridelfioba.blogspot.com/2009/01/lanalfabetismo-scientifico-e-geofisico.html

    Ciao

    Massimo

    RispondiElimina
  10. Ci tenevo proprio a leggere un tuo articolo in merito e lo vado subito a linkare sul mio blog.

    Ti chiedo solo un favore... non spiegare cosa vuol dire la scritta a fianco della scala cromatica :-D quella: Bx PSD (V2/ Hz)

    VOGLIO SENTIRE LA SPIEGAZIONE DI STRAKKINOOOOOOOO HAHAHAHAHA

    RispondiElimina
  11. Minghia ieri a mio cuggino ci è caduta la calamita del frigorifero, dopo pochi secondi, in Nuova Zelanda, c'è stato un sisma di magnitudo 8.4. Una coincidenza? Noi di Tanker Enemy crediamo di no.

    CugginodelCuggino

    RispondiElimina
  12. Dopo aver letto la tua trattazione, capisco perche' ho scelto il campo ambientale. :D

    Per fortuna esistono anche geologi in gamba come te. :P

    Saluti
    Michele

    RispondiElimina
  13. Scusatemi, spammo anche qui, faccio un po di autopromozione per un mio video, attraverso il blog "La Taverna di Riosaeba"
    http://tinyurl.com/ybf4cmt

    Scusate lo spamming, ma è per dare visibilità a chi mi ha ospitato ;-)

    RispondiElimina
  14. Boh, aprofitto qua solo per non dover googlare in più: ma nella stima della magnitudine di un terremoto conta solo l'ampiezza dell'oscillazione o si valuta anche la durata del fenomeno? Recentemente a TS c'è stata una scossa (cosa rara qua, col terreno carsico) che era alquanto intensa, ma è durata giusto il tempo di rendersene conto.

    RispondiElimina
  15. Ciao, sono capitata per caso sul tuo blog, dove ho curiosato con piacere .
    Questo post mi trova d'accordo con quelli precedenti dobbiamo ricordarci che la madre degli stupidi è sempre incinta!!
    La devastazione del sisma è per questi merendari solo una bella scenografia? Odio la superficialità...
    Ciao.

    Bianca
    piccolemagie-bianca.blogspot.com

    RispondiElimina

I commenti a questo blog, salvo offese e casi di eccezionale gravità che incapperebbero nel codice penale (e di cui chi scrive si assumerà la responsabilità), sono liberi, senza censura ed a pubblicazione immediata per i post con meno di 14 giorni.

Come previsto dalla piattaforma Blogger, possono essere utilizzati i seguenti tag HTML con la seguente sintassi:

1) <a href="LINK">PAROLA O FRASE LINKATA </a> (per la creazione di link)
2) <b>PAROLA O FRASE IN GRASSETTO</b> (per la creazione di testo in grassetto)
3) <i>PAROLA O FRASE IN CORSIVO</i> (per la creazione di testo in corsivo)

Grazie per la vostra partecipazione.

Related Posts with Thumbnails

Etichette

Debunkers e Blog tematici