Scie chimiche e Appleman

La teoria della formazione della scia di condensa rilasciate dagli aerei, è nata tra gli anni 40 e 50 ed è stata sviluppata per prevederne la formazione sin dalla seconda guerra mondiale. Le scie di condensa permettono infatti alle forze nemiche di identificare un velivolo......... è inutile utilizzare una tecnologia Stealth se poi l'aereo lascia una scia persistente, il nemico si divertirebbe con il tiro al bersaglio. Quindi vista anche la guerra fredda in atto all'epoca, gli americani hanno studiato il fenomeno per cercare di diminuire la possibilità di localizzazione dei loro aerei.

Relativamente alle scie "chimiche" sul sito Ciofeca Tankerenemy si afferma che per la formazione delle “vere” scie di condensa ci vogliono due condizioni:
1. quando l’atmosfera ha un elevato tasso di umidità, di almeno il 70%
2. quando la temperatura si aggira intorno ai -40°.
Dove manca una di queste due condizioni non si tratta di scie di condensa.


In realtà questa definizione è FALSA E NON HA ALCUN FONDAMENTO SCIENTIFICO!!.

Infatti in base agli studi di Appleman (1953), successivamente rivisti ed estesi negli anni '90 (Schumann, 1996; Schrader '96) le scie di condensazione di aereo si possono formare, se la temperatura è abbastanza bassa:
  • a qualsiasi valore di umidità relativa, quindi anche a umidità relativa dello 0%
  • a qualsiasi quota,
In linea di principio quindi, se la temperatura è sufficientemente bassa ed in base ai valori di umidità relativa presente, l'umidità presente nello scarico dei motori è sufficiente per produrre una scia di condensazione anche a quota terreno.
 
A riprova di ciò, vedi foto sottostante di un Antonov An-24RV ripreso a Bodaybo (Russia) con temperatura a terra di -43° che rilascia scie di condensa al decollo (fonte qui).


Avete capito quale è la tecnica di disinformazione?........
Vengono presi degli spezzoni di frasi qua e là e riassemblati a piacimento per ottenere il proprio scopo.
Non abbocate alle BUFALE presenti su Tankerenemy vomitate in rete da Rosario Marcianò (assieme al fratello Antonio Marcianò e Corrado Penna) 

RICORDATE CHE NON CI SONO PROVE DELL'ESISTENZA DELLE SCIE CHIMICHE (SE NON I FALSI DI ROSARIO MARCIANO' ET AL.)
QUELLE CHE VEDIAMO IN CIELO SONO SOLO SCIE DI CONDENSA

Per approfondire e per verificare voi stessi la falsità, la malafede e l'ignoranza di tali personaggi vi invito a leggere i seguenti articoli, scritti in maniera leggibile da tutti, che spiegano in maniera pratica la teoria di Applemann con l'applicazione pratica:

Etichette

Debunkers e Blog tematici