sabato 26 maggio 2012

Terremoto in Emilia Romagna - Alcune considerazioni

POST RI-AGGIORNATO
Come ho già scritto, il 20/05/2012 alle 4.03 (2.03 UTC) un terremoto di magnitudo Ml pari a 5.9 ha colpito l'Emilia Romagna nell'area compresa tra Bologna, Modena, Ferrara e Mantova.
La profondità risulta inferiore a 10-12 Km e precisamente a 6.3Km di profondità (superficiale - tipica dei terremoti appenninici) ed il calcolo del meccanismo focale effettuato tramite dati a larga banda della Rete Sismica Nazionale e della rete MedNet dell'INGV ha evidenziato la seguente soluzione:
Meccanismo focale (Fonte: INGV) 

L'evento principale (Main-shock) è stato preceduto n°4 scosse (Fore-shocks) con eventi fino alla magnitudo 4 ed attualmente è seguito da un'altro sciame "di assestamento" (After-shocks) con eventi fino a magnitudo 5.1 (evento del 20/05/2012 alle 15.18 ora italiana). In particolare, l'INGV, dall'ultimo bollettino emesso il 26/05/2012 alle ore 8.00, ha localizzato oltre 290 terremoti (grazie anche al lavoro di tutti i precari..... qui il loro Blog). Dall’inizio della sequenza,
  • gli eventi di magnitudo superiore od uguale a 5 sono stati 3;
  • quelli con magnitudo tra 4 e 5 sono stati in totale 15;
  • 70 di magnitudo compresa tra 3 e 4
  • 476 di magnitudo minore di 3.
Il grafico sotto mostra l’andamento del numero dei terremoti per giorno nell’ultima settimana.



Di seguito gli eventi registrati dalla rete INGV aggiornati al 26/05/2012 alle ore 8.00



I meccanismi focali di alcuni dei terremoti di magnitudo compresa tra 3.4 e 5.9 avvenuti tra il 20 e il 23 maggio indicano che il movimento durante ciascun terremoto è avvenuto su faglie orientate mediamente est-ovest e con spostamento in direzione nord-sud. Confrontando questi dati con la geologia del sottosuolo padano si ipotizza che i terremoti siano avvenuti su dei piani di faglia immergenti verso sud. Di seguito i meccanismi focali calcolati (fonte bollettino INGV del 25/5/2012 h. 23.00):



Qui potete seguire gli eventi sismici in tempo reale e qui potete leggere i bollettini emessi dall'INGV


La Pianura Padana, in passato è stata sede in passato di alcuni terremoti storici di magnitudo inferiore o pari a 6. Nell'area epicentrale, nel raggio di circa 30 km, non erano presenti terremoti "storici", ed gli epicentri più vicini sono datati tra il 1100 ed il 1570. Si riporta di seguito la cartografia della sismicità registrata dall'anno 0 all'anno 2002 (Catalogo Parametrico dei Terremoti Italiani, versione 2004 CPTI04 - Fonte INGV)

 Sismicità storica (Fonte INGV).


Di seguito una pianta della Pianura Padana con raffigurate le strutture principali ("An inventory of river anomalies in the Po Plain, Northern Italy: evidence for active blind thrust faulting", Pierfrancesco Burrato, Francesca Ciucci e Gianluca Valensise. “Annali di Geofisica”)



 Di seguito una sezione geologica dell'area (fonte INGV)


Nel caso in esame (vedi figura sotto) la sismicità appare correlata alla faglia ITIS07 del Data Base delle Sorgenti Sismogenetiche dell'INGV (area 4 nella pianta della pianura padana). 
 


Tale  faglia, come riportato nell'articolo  era nota solamente dal 2003 (confermata nel 2009) e  potenzialmente in grado di dare un sisma di magnitudo 5.9 (in linea rispetto a quanto accaduto) e molto probabilmente per questo motivo e per l'assenza di sismicità storica l'area era classificata a a bassa pericolosità sismica. 






Infatti la accelerazione attesa massima del suolo con probabilità di eccedenza del 10% in 50 anni riferita ai suoli rigidi per il terremoto con un tempo di ritorno di 475 anni è di 0,15g, mentre quella registrata è stata 0,3g, che corrisponde ad un terremoto con tempo di ritorno tra 800-1800 anni (coerente comunque per gli edifici strategici).

Nonostante la "normalità" del terremoto avvenuto in Emilia (data la situazione tettonica), come al solito è partito il festiva di idioti e sciacalli (specifico per chiarezza: IN INTERNET - Non è riferito alle persone che hanno subito il terremoto, le quali hanno la mia massima solidarietà) che cercano complotti ed altre amenità per spigarne la causa o cercano di improvvisarsi sismologi.
Vediamone di seguito una breve carrellata.......

1) il terremoto è stato provocato dal fracking: FALSO
Il fracking è una tecnica che serve ad  aumentare il grado di fratturazione delle rocce poco permeabili tramite l'iniezione di fluidi in pressione, al fine di aumentare e facilitare l'estrazione di petrolio, gas, ecc.
In primis non ci sono fracking attivi in italia ne tantomeno in pianura padana, in quanto le rocce sono già fratturate (calcari, torbiditi con caratteristiche quindi per l'estrazione tradizionale) e non a bassa permeabilità tale da necessitare tale tecnica. 
Poi se anche fosse stata effettuata una perforazione non autorizzata e fosse stata messa in atto tale pratica i segnali sismici sarebbero stati facilmente riconoscibili (sia in frequenza che in magnitudo) in quanto studiati nei campi geotermici di tutto il mondo sin dagli anni '70. Inoltre tutte le perforazione per idrocarburi e similari vengono autorizzate dal Ministero dell'Ambiente. Come si può vedere sul sito, le uniche perforazioni autorizzate sono ormai datate e ultimamente sono stati autorizzati i permessi di ricerca (tipo AleAnna) per i quali non si fanno tramite perforazioni ma tramite prospezioni geofisiche che, per i profani, si svolgono in superficie tramite l'analisi delle onde rifratte e riflesse registrate da un lungo stendimento di sismometri e prodotte da una sorgente (chiaramente per arrivare a 2/3 Km di profondità ci vuole un po di esplosivo come sorgente sismica, ma è la tecnica che si usa da sempre e non fa danni). 


2) La fuoriscita di materiale sabbioso è la prova provata del fracking e/o dello stoccaggio di Co2.: FALSO
Come si dice...... l'ignoranza è una brutta bestia, l'affermazione si riferica a questo fenomeno in foto ("rubata" a meteoweb):

In realtà quello che si vede è un effetto di sito ben noto ai geologi ed ai geotecnici che si chiama "liquefazione dei terreni". Tale fenomeno accade in terreni prevalentemente sabbiosi saturi d'acqua (falda superficiale), nei quali la sovrappressione dell'acqua di falda che si viene a verificare con un sisma fa si che l'acqua entra tra granulo e granulo dei sedimenti annullando completamente o quasi la capacità portante del terreno (a  questo indirizzo è possibile scaricare un rapporto con molte immagini sugli effetti di liquefazione grazie al Prof. Roberto Romeo dell'Università di Urbino).
Di seguito un video esplicativo che possono ripetere tutti al mare con un semplice secchiello:


 


3) L'INGV dichiara una Ml=5,9 invece che >6 in modo che le assicurazioni non paghino i danni: FALSO
Non esiste un discriminante per le assicurazioni, è una vecchia bufala, è come dire che una assicurazione paga i danni se ti tamponano a 59km/h invece che a 61 km/h......
Per chi vuole saperne di più ecco due siti che descrivono pro e contro delle assicurazioni sul terremoto:

Ml e Mw Sono due metodi di misura differenti della stessa grandezza, la magnitudo.
Dunque la Ml è la magnitudo Richter che viene calcolata (più velocemente) sulla base del rapporto dell'ampiezza d'onda registrata e l'ampiezza di un terremoto di riferimento ed è però limitata come misura, infatti arriva poco oltre la magnitudo 8 (c'e qualche altro parametro funzione ad esempio della attenuazione e della distanza epicentrale, parametri che variano da zona a zona, ma la sostanza è questa). I dati non possono essere taroccati, sono disponibili sempre online (e poi in caso di falsificazione ci sono almeno altri tre o quattro centri esteri, tra i quali il principale è il CTBTO che lo denuncerebbero subito...... almeno che non si creda al complotto internazionale e che tutti i ricercatori, tutti i tecnici precari ne facciano parte....)
Tornando con i piedi per terra, la Mw è la magnitudo momento ed è funzione della superficie di faglia e dello spostamento che ha subito. Viene data in genere dopo in quanto necessita di svariati calcoli e verifiche. In Italia il sistema (causa basso numero di terremoti) non è stato ancora calibrato efficacemente.

4) Non ci sono mai stati tanti terremoti in un territorio come l'Emilia: FALSO
Ricordo a tutti che, dai dati recenti (ante terremoto) e da quelli storici le accelerazioni massime attese nell'area della pianura padana, data anche la situazione tettonica, sono dell'ordine di 0,225g..... un po tantino per un posto dove secondo alcuni mentecatti non ci sono mai stati terremoti.......


5) Il terremoto è stato provocato HAARP: FALSO
Vediamo di capire cosa è HAARP, di seguito un breve riassunto di quanto riportato sul sito ufficiale...... il resto se vi interessa ve lo leggete!).
HAARP si trova in Alaska ed è un progetto scientifico finalizzato a studiare le proprietà e le caratteristiche della ionosfera (quello strato dell'atmosfera terrestre che ha la caratteristica di riflettere le onde radio scavalcando così la curvatura terrestre..... se vi ricordate un tempo si riusciva a sentire radio mosca la notte), al fine di migliorare le comunicazioni e i sistemi di sorveglianza sia per scopi civili che militari (ed infatti sembra sia finanziato in grossa parte dai militari).  Il sistema è composto da:
  1. un trasmettitore ad alta potenza operante nel range delle alte frequenze (HF da 2.8 a 7 MHz e da 7 fino 10 MegaHerz) capace di sviluppare in trasmissione più di 3.6 MWatt da un antenna composta da 180 dipoli incrociati e strutturate in un array rettangolare su una superficie di 35 Acri (141640 mq) 
  2. un sistema di ricezione dati composto da strumenti scientifici (magnetometro, magnetometro ad induzione ecc.) per l'osservazione delle aurore che avvengono nella ionosfera e degli effetti prodotti durante l'uso del trasmettitore HF
Per ricerca sulla ionosfera, il segnale generato dal trasmettitore è trasmesso tramite l'array delle antenne verso l'alto. Tale segnale viene parzialmente assorbito, ad un'altitudine tra i 100 ed i 350 km (a seconda della frequenza di trasmissione) in un piccolo volume di spessore di poche centinaia di metri e di diametro di poche decine di kilometri al di sopra del sito di trasmissione.
L'intensità del segnale HF trasmesso è minore di  3 microwatts per cm2,decine di migliaia di volte inferiore alla radiazione elettrromagneica naturale che raggiunge la terra . I piccoli effetti che vengono prodotti, possono essere osservati con i sensibili strumenti scientifici che sono installati in HAARP e possono fornire nuove informazioni sulla dinamica dei plasmi (materia rarefatta allo stato di ioni) e sulle interazioni tra i processi solari-terrestri.

Per cercare di capire le potenze in gioco, dobbiamo fare alcune considerazioni:
  1. L'energia prodotta dai generatori viene utilizzata dal trasmettitore, dal finale, dal sistema di raffreddamento
  2. l'efficienza del sistema è del 45% (ovvero su 100watt impiegati, ne vengono trasmessi 45, il restante 55% se na va dissipato in calore..... come una lampadina)
  3. Come risultato si ha che, quando il sistema opera a pieno regime (3.6 MWatt), sono necessari circa 10 MWatt di potenza. 
  4. Ammettendo che il sistema lavori sempre a piena potenza e considerando che l'area di array delle antenne è pari a  141640 mq, si ha una densità di radiazione da terra di 25 Watt/mq (quanto una lampadina...???)
  5. Come ben spiegato da Gianni Comoretto, un insieme di 180 antenne concentra l’emissione di onde radio in un fascio 180 volte più stretto e potente rispetto a una singola antenna che trasmette con la stessa potenza complessiva. Una singola antenna di quel tipo illumina un’area pari circa al quadrato della distanza. Quindi HAARP illumina un’area di ionosfera, a 100 km, pari almeno a (100x100/180) = 55 km quadrati, o 55 milioni di metri quadri. La densità di potenza è quindi al massimo 3,6 MW/55 km2 = 0,08 W/mq, sotto i limiti di protezione per la popolazione in Italia (0,1 W/mq). In confronto l’energia solare che colpisce la ionosfera ha una densità di potenza di circa 1350 W/mq (anche se solo una piccola frazione ne viene assorbita). 
Facciamo poi un po di equivalenze (fanno sempre comodo):
  1. Il joule, è l'unità di misura dell'energia, del lavoro e del calore (per quest'ultimo è più frequente la caloria), ed è definito come 1 kg·m2/s2 = 1 N·m = 1 W·s. Un joule è anche il lavoro svolto per produrre la potenza di un watt per un secondo, da cui 1J=1Watt/s 
  2. Considerando quindi che la sorgente HF non è puntiforme ma si tratta di un array che sviluppa una densità di potenza irradiata di 25Watt/h mq si ha una corrispondenza in Joule pari a 9 x104J/mq (una via di mezzo tra la potenza di una bomba a mano e la demolizione di un edificio tramite esplosivo)
 

6) Negli ultimi 10 anni il numero di terremoti superiori a 6 è aumentato: Falso
Quando si studia un processo che rilascia energia devono essere analizzati tutti i dati, altrimenti il risultato è falsato, insomma fai vedere quello che ti fa comodo ma non ha alcun valore scientifico. 
 Vediamo l'andamento del numero totale dei terremoti dal 1973 ad oggi:

 

Vediamo il totale degli sforzi dei terremoti calcolati annualmente dal 1973 ad oggi: 



Vediamo il totale della magnitudo dei terremoti calcolata annualmente dal 1973 ad oggi: 



Vediamo la media della magnitudo dei terremoti calcolata annualmente dal 1973 ad oggi: 


Vediamo la media degli sforzi dei terremoti calcolati annualmente dal 1973 ad oggi: 

 
L'interpretazione di questi grafici lascia pochi dubbi (chiaramente il 2012 non va considerato in quanto anno parziale):
  1. ad un apparente incremento del numero dei terremoti, da circa il 1990 in poi (da 5000 a 30000 con una inversione di tendenza dal 2009) corrisponde un incremento degli sforzi totali.
  2. a tale incremento non corrisponde un incremento della media del totale della magnitudo che rimane costante ad un valore di 9
  3. a tale incremento corrisponde una diminuzione della media della magnitudo che passa da 5.5 a 5.0
  4. a tale incremento corrisponde una diminuzione della media degli sforzi che passa da 0.12 a 0.004
Da quanto sopra, e siccome i calcoli si fanno sempre sul totale, si evince che:
  1. Il rilascio di energia medio (magnitudo) dal 1973 ad oggi è costante
  2. L'incremento del numero dei sismi probabilmente
  • in parte, non è reale, in quanto dal 1990 si è avuto lo sviluppo di internet che ha favorito la nascita delle reti sismiche collegate tra loro (come la intendiamo oggi), portando nei vari database un numero maggiore di dati che non era possibile acquisire prima (ovvero i dati ante 1990 potrebbero essere tranquillamente sottostimati)
  • dato che la magnitudo media mostra un trend in diminuzione, così come lo sforzo tale dato si spiega semplicemente che sono aumentati i terremoti di piccola magnitudo che hanno permesso una dissipazione degli sforzi a discapito di eventi a magnitudo maggiore. 
Come vedete i dati vanno saputi leggere.......

7) Il terremoto era prevedibile: Falso
Disponibile ad essere smentito dalla Commissione Grandi Rischi (almeno un membro lo conosco bene e può infamarmi quanto vuole, le critiche qui sono sempre ben accette).
Il terremoto, secondo il Prof. Alessandro Manetti (ENEA) era previsto, in particolare viene riferito:

Direttore, era prevedibile il terremoto in Emilia? Ci sono state analisi precedenti?
Si, era stato previsto. Ci sono dei “cosiddetti” strumenti di previsione che sono fatti in diversi Paesi, in Italia li fa l’International Centre for Theoretical Physics (ICTP) e l’Università di Trieste. In base al verificarsi di possibili anomalie nelle tre zone italiane, nord, centro e sud vengono emessi degli allarmi. E’ un po’ come misurare la temperatura corporea e vedere se hai la febbre.
 
E sono stati emessi allarmi?
Si, in marzo è stato diramato un allarme per la zona nord perché era stato stimato un movimento del terreno di magnitudo maggiore del 5,4. C’erano notevoli probabilità che a nord sarebbe arrivato un terremoto. La regione allarmata era questa anche perché c’erano stati terremoti vicini, nel Garda, nel veronese, poi a Parma. L’algoritmo dell’analisi mostrava che era fortemente probabile.
 
E come mai nessuno lo sapeva?
Si  tratta di metodologie sperimentali. Gli allarmi non vengono divulgati ma comunicati a un gruppo di esperti nazionali . Nella Commissione Grandi Rischi si sapeva, ne abbiamo propria parlato il 4 maggio.
 
E cosa è stato fatto in proposito per preparare all’evento?
Se ne discusse anche perché questo tipo di analisi non sono accettate da tutti i sismologi. Io posso solo dire che la Commissione Nazionale Grandi Rischi era informata dai primi di marzo.
 
Sono previste altre scosse in Emilia?
Non si può dire. Ha ragione Gabrielli (Capo del Dipartimento della Protezione Civile, ndr) che bisogna attendere e stare attenti. Ci potrebbero essere solo scosse di assestamento come scosse più forti. Non occorre arrivare a conclusioni senza avere tutti gli elementi.
 
Ma cosa bisognerebbe fare in questi casi?
Non si possono immediatamente evacuare delle zone per mesi ma di sicuro si può verificare le strutture strategiche,  e organizzare la protezione civile, informare la popolazione su come si deve comportare.

Come si può leggere dall'intervista su Affari Italiani, non era una "previsione", ma una valutazione statistica su grande scala (si parla di nord, centro e sud) integrata con dati reali (terremoti, spostamento suolo ecc). Tale metodo non permette di  determinare scientificamente una previsionein quanto non permette la costruzione di un modello fisico-matematico che spieghi l'evento, che ne permetta la discriminazione, la localizzazione spazio-temporale in maniera da poter intervenire con una evacuazione.
Ad es, che possa avvenire un terremoto al sud è chiaro, abbiamo zone a rischio altissimo ed un notevole gap temporale per gli eventi sismici, ma da qui a dire che un terremoto avverrà in tal posto in tal data......... credo dovrà passare ancora molto tempo
Questa intervista, anche se evidenzia un notevole passo avanti nella ricerca, genera solo confusione e non aiuta chi in questo momento soffre.
Non potendo prevenire i terremoti l'unica cosa da fare è sfruttare al massimo le conoscenze che abbiamo a disposizione. Siamo infatti a conoscenza (grazie agli studi ad alla cartografia prodotta dall'INGV):
  1. di quali sono i paesi e le citta a rischio sismico,
  2. della massima intensità sismica attesa su una certa area,
Basterebbe quindi fare prevenzione ed indagini geotecniche di laboratorio (per valutare ad es. il potenziale di liquefazione di un terreno) per limitare i danni di un sisma mediante la messa in sicurezza degli edifici o la costruzione secondo i criteri antisismici.

8) Il terremoto è stato causato dalla vicinanza della luna e/o allineamento pianeti (o da quello che volete presente nello spazio): Falso
Ne avevamo parlato anche su geoforum.
Tale credenza può essere tranquillamente sbufalata con la legge della gravitazione universale enunciata da Sir Isaac Newton nel 1687.
Avevo iniziato a fare i calcoli con i dati presenti in Planetary Fact Sheet, poi ho trovato il Blog "Fuffologia" che aveva gia fatto un bel Post sull'argomento, (qui il link su Blogspot) pertanto se volete maggiori informazioni rimando a lui.
Comunque, se non avete voglia di leggervelo (male.... molto male, si devono sempre verificare le fonti) riassumendo sinteticamente, le forze che possono entrare in gioco sono le forze gravitazionali e le forze mareali. Di seguito una tabella riassuntiva dove per la Luna i parametri sono indicati alla distanza minima e massima dalla Terra.

Massa
(luna=1)
Max.
avvicinam.
Terra

(luna=1)
Forza
gravitaz.

(luna=1)
Forza
mareale

(luna=1)
Sole 27.071.000 412,7 159 0,385
Mercurio
4,5 216,9 0,0001 0,0000004
Venere 66,3 107,2 0,006 0,00005
Luna
dist.  min
1
(7,35×1022 kg)
1,0
(356400 km)
1,0
(2,306×1020N)
1,0
(8,245×1018N)
Luna
dist. max
1,141
(406700 km)
0,768
(1,771×1020N)
0,673
(5,549×1018N)
Marte 8,74 156,0 0,0004 0,000002
Giove 25839,4 1651,2 0,01 0,000006
Saturno 7736,6 3354,4 0,0007 0,0000002
Urano 1181,5 7244,4 0,00002 0,000000003
Nettuno 1394,0 12081,7 0,00001 0,000000001
Masse, distanze, attrazione  gravitazionale e forza mareale sono rapportate a quella della Luna (alla distanza minima)

Per quel che riguarda la forza gravitazionale (la gravità), si evince che:
  • il corpo che ha il maggiore effetto gravitazionale sulla Terra è il Sole (gli giriamo intorno........, ovvio);
  • il secondo corpo che ha il maggiore effetto gravitazionale sulla Terra è la Luna (circa centosessanta volte più debole rispetto a quello del sole)
  • il terzo corpo è Giove (circa l’1% di quello della Luna)
  • gli altri pianeti messi assieme hanno un effetto di circa la metà rispetto a quello di Giove;
Da mettere in evidenza che nel passaggio dall'afelio (distanza massima dalla terra) al perielio (distanza minima dalla terra) l’effetto gravitazionale della Luna sulla terra aumenta del 30%, ovvero una variazione 15 volte superiore all’effetto complessivo di tutti i pianeti messi perfettamente allineati alla distanza minima possibile dalla Terra.
Gli effetti gravitazionale degli allineamenti planetari possono causare terremoti? .........direi di no.

Per quel che riguarda le forze di marea (2 ordini di grandezza più piccole rispetto alla forza gravitazionale), si evince che:
  • il corpo che ha il maggiore effetto mareale sulla Terra è la Luna
  • il secondo corpo che ha il maggiore effetto mareale sulla Terra è il Sole; (circa il 38% di quello della Luna); Da notare che:
    • le maree più alte ci sono quando la luna è nuova (dalla stessa parte del sole) o piena (dalla parte opposta); 
    • le maree sono massime quando durante le sigizie (luna piena e luna nuova quando la Luna si trova al minimo di distanza dalla Terra);
  • il terzo che ha effetto mareale sulla Terra è Venere, (circa lo 0,005% di quello della Luna);
  • tutti i pianeti messi assieme non arrivano allo 0,01% dell’effetto della Luna;
Da mettere in evidenza che nel passaggio dall'afelio (distanza massima dalla terra) al perielio (distanza minima dalla terra) l’effetto mareale della Luna sulla terra aumenta quasi del 50%.
Gli effetti di marea dei pianeti allineati possono causare terremoti? ......direi di no.

Come riportato da ScienceDaily, National Geographic una "certa" correlazione si ha nelle aree in cui sono presenti faglie e le maree sono particolarmente alte. La spiegazione non risiede nell'effetto deformativo della roccia da parte della forza mareale (il terremoto ci sarebbe anche altrove), ma nell'effetto dell'enorme massa d'acqua che va a generare una certa pressione sulla faglia. se questa è sotto stress e vicina alla rottura può innescare un terremoto.


Per maggiori info sul terremoto dell'Emilia, c'è

Aggiornerò il post man mano che leggerò amenità in giro.
Ciao a tutti


AGGIORNAMENTO

Dal Blog del Prof. Marco Mucciarelli:
Nella mappa qui sotto che rappresenta de deformazioni permanenti dovute al terremoto (lavoro congiunto IREA-CNR e INGV) sono riportati sollevamenti fino a 20 cm in area epicentrale ed è visibile una linea a 45 gradi con comportamento anomalo dovuta a liquefazioni, compattazioni e cedimento del vecchio corso del fiume Reno.




Relativamente all'identificazione della sorgente (la o le faglie) dall'immagine sottostante si evince che si è attivato il fronte di sovrascorrimento più avanzato (fonte: Dott. Luca Valensise - INGV)

Quindi tutto è in linea con il contesto geologico dell'area e con ciò che era stato ipotizzato. Nessun complotto, solo natura!! 


68 commenti:

  1. Grazie Fioba. Articolo atteso e necessario.

    RispondiElimina
  2. E' ammirevole la tua dedizione spero che l'articolo possa saltare all' occhio a chi ha dato spazio a i cialtroni del web per sparlare a proprio interesse su una disgrazia

    RispondiElimina
  3. Grazie per l'esauriente articolo! Mi sono permessa di citarlo nel mio blog e su Fb. Da geologa lotto anch'io contro l'ignoranza imperante, ma non saprei riuscita ad essere così chiara ed efficace.

    RispondiElimina
  4. Tutto quello che hai scritto ha utilità nulla o pefino negativa circa i deliri paranoici (non in senso figurato) dei complottisti.

    Ci sono però altre categorie di persone che ne possono trarre profitto e per questo ti ringrazio.

    Ciao,

    RispondiElimina
  5. Un terremotato emiliano27 maggio 2012 14:19

    Caro Fioba, ti faccio notare che hai dato ai cittadini terremotati e terrorizzati degli "idioti" e degli "sciacalli".
    Apprezzo chi smaschera le bufale e detesto tutti i complottismi, dalle scie chimiche a Bilderberg, ma tu che insulti migliaia di cittadini terremotati e disperati - lo dico senza offesa nè intento polemico - dovresti veramente vergognarti di esistere.

    Nelle zone terremotate si fanno strada tutte le possibili ipotesi, anche le più sconclusionate e illogiche, perché la situazione non è normale. In un contesto dominato dal terrore mancano le informazioni, ergo chiunque è portato a sospettare di qualsiasi cosa.
    Nel merito del megaimpianto di stoccaggio del gas progettato da Erg Rivara Storage: i cittadini nella zona di Finale Emilia, Mirandola, Rivara, ecc. sono giustamente preoccupati per la costruzione di un maxideposito che si sviluppa nel sottosuolo.
    La stessa Erg Rivara Storage ammette che l'immissione di 3,2 miliardi di mq di gas nel deposito sotterraneo puo' produrre eventi sismici.
    Scrive la stessa azienda sul suo sito:
    "A livello globale si è osservato che la sismicità può essere indotta sia da processi di immissione che di estrazione di fluidi nel sottosuolo; se la microsismicità (sismicità registrata strumentalmente, ma non avvertita dalle persone) è molto diffusa, i reservoir interessati da macrosismicità (sismicità avvertita dalle persone) rappresentano una piccola frazione del numero totale di reservoir nei quali sono stati iniettati o dai quali sono stati estratti fluidi."

    Ora: per fortuna quei complottardi idioti della Regione Emilia-Romagna (tecnici veri, non geologi di quart'ordine che battono i piedini sui loro blog) non hanno ascoltato i dispensatori di Verità Assoluta come te e hanno bloccato i lavori di trivellazione in profondità precedentemente autorizzati dal Ministero dell'Ambiente.
    I tecnici della Regione, che per fortuna non sono "Il Fioba", hanno precisato che tale impianto viola i più elemntari principi di precauzione.

    Fosse stato per te, ci scommetto, oggi ci sarebbe stato un maxideposito sotterraneo sull'epicentro del sisma.
    Per fortuna che ti dedichi solo a discariche di spazzatura, bonifiche di cloache e simili: evidentemente ti conoscono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Terremotato emiliano (che oltretutto non ti firmi), mi dispiace che tu ti sia cosi offeso, ma prima di offendere gli altri dovresti leggere bene tutto quello che è stato scritto.
      Vedrò comunque di risponderti punto per punto:

      Caro Fioba, ti faccio notare che hai dato ai cittadini terremotati e terrorizzati degli "idioti" e degli "sciacalli".
      Chiaramente non era mia intenzione, mi riferivo ai vari articoli so siti internet. Pensavo si capisse, ma per diramare ogni dubbio lo specifico meglio nel testo.
      Comunque sappi che il sottoscritto si è subito il terremoto del '76 in Friuli (la seconda scossa di settembre) e SO perfettamente cosa vuol dire essere "terremotato" e non mi passerebbe neanche dalla controfodera del cervello dare degli "idioti" e degli "sciacalli a sfollati e terremotati.

      Apprezzo chi smaschera le bufale e detesto tutti i complottismi, dalle scie chimiche a Bilderberg, ma tu che insulti migliaia di cittadini terremotati e disperati - lo dico senza offesa nè intento polemico - dovresti veramente vergognarti di esistere.
      Se magari, prima di sentenziare avessi chiesto chiarimenti avresti evitato di offendere gratuitamente una persona.

      Nelle zone terremotate si fanno strada tutte le possibili ipotesi, anche le più sconclusionate e illogiche, perché la situazione non è normale. In un contesto dominato dal terrore mancano le informazioni, ergo chiunque è portato a sospettare di qualsiasi cosa.
      Infatti questo blog ha trattato l'argomento per cercare di spiegare la causa reale del terremoto contrastando le varie bufale che circolano IN INTERNET.

      Nel merito del megaimpianto di stoccaggio del gas progettato da Erg Rivara Storage: i cittadini nella zona di Finale Emilia, Mirandola, Rivara, ecc. sono giustamente preoccupati per la costruzione di un maxideposito che si sviluppa nel sottosuolo.
      La stessa Erg Rivara Storage ammette che l'immissione di 3,2 miliardi di mq di gas nel deposito sotterraneo puo' produrre eventi sismici.
      Scrive la stessa azienda sul suo sito:
      "A livello globale si è osservato che la sismicità può essere indotta sia da processi di immissione che di estrazione di fluidi nel sottosuolo; se la microsismicità (sismicità registrata strumentalmente, ma non avvertita dalle persone) è molto diffusa, i reservoir interessati da macrosismicità (sismicità avvertita dalle persone) rappresentano una piccola frazione del numero totale di reservoir nei quali sono stati iniettati o dai quali sono stati estratti fluidi."

      E allora? E' un fatto noto almento dagli anni '70, si studia nei Campi geotermici (anche in Italia) lo avevo detto qui, ma sembra che tu voglia leggere solo quello che ti pare

      ....... CONTINUA

      Elimina
    2. Ora: per fortuna quei complottardi idioti della Regione Emilia-Romagna (tecnici veri, non geologi di quart'ordine che battono i piedini sui loro blog) non hanno ascoltato i dispensatori di Verità Assoluta come te e hanno bloccato i lavori di trivellazione in profondità precedentemente autorizzati dal Ministero dell'Ambiente.
      I tecnici della Regione, che per fortuna non sono "Il Fioba", hanno precisato che tale impianto viola i più elemntari principi di precauzione.
      Fosse stato per te, ci scommetto, oggi ci sarebbe stato un maxideposito sotterraneo sull'epicentro del sisma.
      Per fortuna che ti dedichi solo a discariche di spazzatura, bonifiche di cloache e simili: evidentemente ti conoscono.

      A questo punto inizio a pensare che tu non sia terremotato e che tu scriva per altri fini. Mi dici dove ho scritto che sono favorevole al progetto di stoccaggio di metano a 3km di profondità? Se tu leggessi prima di scrivere e di offendere gratuitamente qui avevo scritto chiaramente la mia contrarietà al progetto (e non solo quello nell'area del sisma) in quanto siamo in presenza di faglie attive.
      Con la tua risposta hai solo dimostrato di essere un superficiale, di non leggere quello che uno scrive, di offendere e diffamare gratuitamente le persone e di fare una polemica sterile quanto inutile che non giova minimamente alle persone che in questo momento soffrono per il terremoto.
      Ti dirò di più, avevo pensato di cancellare il tuo commento in quanto offensivo ed irrispettoso di chi veramente soffre, ma lo lascerò ad esempio della tua superficialità.

      Massimo Della Schiava

      Elimina
  6. PER TUTTI:
    Disponibilissimo a dare chiarimenti a tutti, ma il prossimo che offende e diffama lo banno. Non tollererò più un comportamento simile a quello del commento sopra!

    Uomo avvisato......

    RispondiElimina
  7. Terremotato emiliano28 maggio 2012 19:58

    Caro Fioba, tu sostieni di non aver insultato i terremotati. Però l'hai fatto. Possiamo dire che non l'hai fatto apposta, e ti credo. Che l'hai fatto senza dolo ma con colpa, diciamo pure con superficialità. Ma l'hai fatto.
    Migliaia di persone infatti stanno propagando notizie prive di fondamento, bufale, ecc.

    Il tuo errore sta nella mancata analisi psicologica e sociologica del complottismo.
    C'è un complottismo gratuito e stupido, che trae forza dall'ignoranza e dalla presunzione, e c'è un complottismo "popolare" che prospera dal terrore, dalla mancanza di informazioni o, peggio, dalle informazioni scientifiche contrastanti.
    Per questo, a mio personalissimo parere, dovresti chiedere scusa ai tanti cittadini terrorizzati.

    Mi accusi di non firmarmi. E per forza: vedo che hai pubblicato la carta d'identità di un tuo "avversario". Si tratta di un reato, anche se forse non lo sai.
    Certo, se tu pubblicassi la mia carta d'identità ti sommergerei di querele e le vincerei.
    Ma non ho tempo nè voglia di intraprendere guerre legali contro un perfetto sconosciuto perché, nonostante la tua sciacallesca (questa sì) affermazione che io non sia un terremotato, purtroppo lo sono. Inoltre non amo mettere in difficoltà persone e famiglie, sono un buonista e un tollerante.

    Infine tu mi accusi di non essere un terremotato, dicevamo, e di averti risposto per raggiungere altri "fini".
    Tipico atteggiamento da complottista. E anche da presuntuoso, se non ti offendi.
    Permettimi una domanda: ma chi ti credi di essere, sinceramente? Il padrone del mondo? Non è che ti sei montato un pochettino la testa? Dimmi un po', quali sarebbero i "fini" di cui cianci? A quali misteriose e insondabili cospirazioni ti riferisci? Chi ce l'ha con te, che sei così importante per gli equilibri mondiali? La CIA? Il Mossad? Bilderberg? Gli alieni che vedono in te un ostacolo per ridurci in schiavitù?

    E' kafkiano vedere un anticomplottista che si comporta da perfetto complottista, spero me lo concederai.

    Per il resto mi dispiace che ti sia offeso, ti apprezzo seriamente per il lavoro di scopri bufale (abbastanza inutile, purtroppo, vedi il successo di Grillo) e ti ringrazio per la puntualizzazione.

    Spero che questa concitata discussione ti abbia fatto riflettere.

    Un saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E possibile che lo spostamento ad ovest degli epicentri iniziati a Finale Emilia poi a Medolla,Rolo,proseguino a Novellara, Castelnuovo sotto,per arrivare a Parma.?
      Quanto e larga questa lama di scalpello(faglia) , 200Km ?

      Elimina
    2. trolololololololololololol

      Elimina
  8. Terremotato emiliano28 maggio 2012 21:18

    Ho letto ora le tue puntualizzazioni e di questo ti ringrazio di nuovo: hai tolto la definzione di "idioti" e "sciacalli" rivolto a chiunque diffonda voci inesatte e bufale e lo apprezzo.
    Ho capito che ti stavi riferendo a siti Internet superbufalari (tipo informare x resistere e altra spazzatura), ma spero mi concederai che non era affatto chiaro.
    Ho letto inoltre le tue considerazioni sul megaimpianto di Rivara e dunque ti chiedo scusa per le mie illazioni, in effetti superficiali.
    Ho visto inoltre che la carta d'identità era una sorta di scherzo.
    Sai com'è: chi pubblica documenti d'identità in rete scatena da subito la mia antipatia. Ma non è il tuo caso, e anche di questo mi scuso.

    Tanto ti dovevo per una questione di lealtà intellettuale.
    Buon lavoro di (inutile) smascheramento.

    Concludo con una nota politica: il buffone urlante Beppe Grillo ha sostenuto che l'Aids non esiste, che la palla magica che lava il bucato emettendo gli infrarossi è un miracolo tecnologico, che le perfide multinazionali boicottano questo e quello, che l'auto ad aria compressa è una realtà ostacolata dai cattivi dell'asse del terrore, ecc.
    A quanto pare un bufalaro del genere guida il secondo o terzo partito d'Italia.
    Fai un po' tu.

    Un saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono appena entrato in questo blog devo riconoscere il buon lavoro del Fioba - Massimo Della Schiava.
      Onore a te "Terremotato emiliano" che hai il coraggio e l'umiltà nell'ammettere l'errore.
      Leggerò il seguito con calma.
      Massimo sei per caso originario della Carnia? Dove?

      Mandi,

      Renzo Riva

      C.I.R.N. F-VG – Comitato Italiano Rilancio Nucleare
      e
      P.L.I. F-VG – Energia e Ambiente

      renzoslabar@yahoo.it
      http://renzoslabar.blogspot.com/
      Skype: renzoriva1949
      Facebook: Renzo Riva
      +39.349.3464656

      Elimina
    2. In realta' io sono nato in toscana, mio padra era carnico di un paesino in comune di paularo. E' praticamente da quando sono nato che ci vado ogni anno e mi sono anche occupato del piano di protezione civile della provincia di Udine per quanto riguarda il rischio sismico (avendo vissuto la scossa di settembre 76 era per me un onore poter fare qualcosa per quella regione, anche in memoria di mio padre). Era bellissimo quando i funzionari dei vari comuni borbottavano in dialetto (quando gli chiedevemo il materiale che erano obbligati a fornirci) e io gli rispondevo in italiano..... Dovevi vedere le facce

      Elimina
  9. altra fortissima scossa di 5.8 poi a seguire una serie di scosse infinite di 4 - 3.2 ecc e nuovamente 4.1, c'è una scossa in media ogni 3/5 minuti !! allucinante

    Se davvero questa è una nuova faglia, visto l'epicentro a medolla sono seriamente preoccupato che possa verificarsi un altro forte sisma con epicentro modena ! sarebbe un disastro!

    i nuovi danni nella bassa sono disastrosi!

    non si sa quando finirà e quanto potranno ancora reggere le case

    RispondiElimina
  10. Professionale e chiarificatore articolo scientifico.
    Certo la coincidenza della presenza degli 8 pozzi proprio a Mirandola spaventa. Ma mi rendo conto che può essere una drammatica coincidenza.

    RispondiElimina
  11. Grande articolo Massimo!!

    RispondiElimina
  12. @Terremotato emiliano

    Io sono friulano. Ho vissuto mesi con un terremoto in casa. Anche allora c'erano degli idioti (o ignoranti, detto senza offesa) che diffondevano le idee più strampalate. Non essendoci Internet restavano isolati, la gente si preoccupava di come reagire al terremoto, di come ricostruire in modo che non risucceda, oggi purtroppo chiunque può diffondere le notizie più strampalate, e mescolare preoccupazioni serissime (un deposito di metano a 3 km di profondità in un'area sismica) ad altre assolutamente campate in aria.

    Su Grillo: è un bufalaro, e lo dico con malincuore perché il suo movimento ha ANCHE un sacco di gente che ha idee interessanti e tanta onesta voglia di fare. Purtroppo siamo alle solite, si mescola qualsiasi cosa, dalla biowashball, che lava ESATTAMENTE come una normale palla di plastica da spiaggia, alla omicida bufala dell'AIDS che non esiste alla sacrosanta attenzione alle energie rinnovabili e alla sostenibilità ambientale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..alla sacrosanta attenzione alle energie rinnovabili..

      Non farebbero comodo, ora, gl'inutili 70 Mld di euro spesi nell'ultimo anno per le rinnovabili che l'unico vantaggio che ci hanno portato è l'aumento di 27 euri in bolletta ?? "nulla affascina di più gli stolti di quello che non comprendono" (L'Illusione dell'energia dal sole - F. Battaglia - ed. 21° Secolo). Per non parlare degli incentivi statali (= eurini pubblici) allegramente elargiti ai possessori di questi magici fotto-impianti: a quando la denuncia per truffa ???
      Mandi, Legionauro - BL

      Elimina
    2. Peccato che su 27 euro l'aumento di 1,5 è dovuto al finanziamento delle rinnovabili.

      Indovina il resto per cosa è? :)

      Elimina
    3. Probabilmente per il lauto stipendio dell'omino in fotografia che, ogni 5 gg, deve fare bene il suo lavoro !!! ;-)))

      http://www.nytimes.com/2011/12/29/business/energy-environment/in-solar-power-india-begins-living-up-to-its-own-ambitions.html?pagewanted=all

      Legionauro - BL

      Elimina
  13. Complimenti per la completezza del post!
    La tua opera di informazione e sbufalamento in campo geologico è ammirevole! ;-)

    RispondiElimina
  14. @terremotato... la carta d'identità è uno scherzo e non ci sono dati sensibili ;) leggi bene prima di sparar sentenze.
    Grazie dell'articolo Fioba... quando ne fai uno serio sui microsismi di latina?

    RispondiElimina
  15. Il tuo articolo mi fa pensare ad Ancona, 1972, quando dopo una serie di terremoti che hanno fatto molti danni ma pochi morti, è stato pubblicato un pamphlet intitolato 'Trivelle Terremoto Terrore'. Insomma, niente di nuovo sotto il sole, penso che in qualche modo dare la colpa a qualcuno sia più semplice che affrontare i limiti della condizione umana.

    RispondiElimina
  16. Nonostante la "normalità" del terremoto avvenuto in Emilia (data la situazione tettonica), come al solito è partito il festival di idioti e sciacalli che cercano complotti ed altre amenità per spiegarne la causa o cercano di improvvisarsi sismologi.

    più chiaro di così ...
    evidentemente c'è gente cui parte la mosca al naso prima ancora di attivare l'omino nel cervello: male, male

    complimenti per l'articolo, semplice ma preciso e scientifico
    peccato che i complottisti non lo leggeranno mai, o anche facendolo saranno contrari a priori: altre braccia sottratte all'agricoltura
    J

    fra l'altro, a proposito di HAARP forse molti non sanno che chiunque può visitare le installazioni, basta farne richiesta: un po' strano per un presunto sito segreto dove si fanno presunti esperimenti segreti ...

    RispondiElimina
  17. Terremotato emiliano30 maggio 2012 03:04

    Sìsì Anna, ho visto e ho chiesto scusa a Fioba, che riconosco essere professionale e corretto.
    Non tutti in rete hanno l'umiltà di riconoscere l'errore e chiede scusa pubblicamente.
    Spero capirete che sono un po' agitato e stressato.

    Ciò stabilito, rimango schifato dallo sciacallaggio di Grillo, che strumentalizza il terremoto per spargere bufale a milioni di persone (e visto che c'è, insieme alla ributtante bufala mette in vendita un libro sulla pelle dei terremotati, pecunia non olet)

    http://www.beppegrillo.it/2012/05/non_si_deve_mor.html

    Questo sì che è il peggiore sciacallaggio.

    RispondiElimina
  18. Buongiorno, ho trovato l'articolo molto interessante e istruttivo.
    Ammetto di essere completamente ignorante su tutto ciò che riguarda la geofisica e quindi ho apprezzato il suo linguaggio chiaro e semplice.
    Purtroppo non riesco ancora a capire se ci sono state delle trivellazioni (esplorative o estrattive) nei luoghi tra Finale e Mirandola?
    Se si, ci sono delle prove che lo possano documentare?
    Poi, che tipo di trivellazioni possono aver fatto?
    Chi le ha autorizzate?
    Sono dannose?
    Ancora credo di avere molta confusione circa questo argomento e visto che in qiuesti giorni è materia di dibattitto tra me e alcuni amici emiliani, mi piacerebbe essere bene informata.
    grazie!

    RispondiElimina
  19. Risposte
    1. vecchio refuso....... me l'avevano gia' detto....
      correggerò

      Elimina
  20. http://violapost.it/wp-content/uploads/2012/05/Gas_Emilia_decreto_17_02_12_32.pdf

    mi commenti questo per favore? a me questa cosa era già stata riferita da persone che vivono in zona.. stranamente i comuni interessati sono esattamente quelli colpiti dal terremoto..
    grazie,
    Monica

    RispondiElimina
  21. Gazza il deposito di Rivara era un progetto che ora visto gli eventi non verrà mai fatto

    RispondiElimina
  22. Terremotato emiliano31 maggio 2012 11:37

    Scusate, intervengo sulle fantomatiche trivellazioni dell'impianto ERS a Rivara.
    Ho parlato con sindaci, consiglieri, rappresentanti dei comitati e la conclusione è che NON sono state eseguite trivellazioni nè immissioni di gas o altro in profondità.

    Nello specifico, il Minsitero dell'Ambiente ha concesso, il 17 febbario scorso, l'autorizzzazione a effettuare "sondaggi" (massimo tre pozzi, divieto di immissione di gas).
    La regione Emilia-Romagna, il 27 aprile, ha negato la sua autorizzazione (obbligatoria), bloccando ogni possibile trivellazione.

    Più leggo le considerazioni di Fioba, più mi rendo conto che è un grande.

    RispondiElimina
  23. Ottimo lavoro! Letto, apprezzato e letti volentieri tutti i commenti!

    RispondiElimina
  24. per quanto riguarda ilcollegamento terremoto emiliani-fracking, ti sei gia visto questo video:

    http://www.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fyoutu.be%2FP7KNN8qYjDA&h=kAQGEQGcxAQGyyrrZ71gqNrnANY3ksihWU7FMQCu3HAWBZg ?

    Forse fará anche ridere, a me fa solo incazzare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Metti il link diretto a YouTube, sono bannato da quell'area db

      Elimina
    2. pronti :-)

      http://www.youtube.com/watch?v=P7KNN8qYjDA&feature=youtu.be

      sia chiaro, il video mi fa incazzare per il tono "la so io la verita e adesso ve la dico" eper il fatto di vendere come dati di fatto quelle che sono solamente supposizione eneppure circonstanziate

      Elimina
  25. In effetti il video impressiona... sarebbe interessante sapere cosa fanno in quei cantieri per capirci di più. P.S.: gran bell'articolo.

    RispondiElimina
  26. Il racking in italia non è mai stato praticato, un carotaggio non può provocare un terremoto. Evidentemente la gente trova consolante e fonte di sfogo aver qualcuno da incolpare per un fenomeno che in realtà è del tutto naturale ed imprevedibile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti Claudio, ma all'autore interessa solo passare da "Prometeo"...

      Elimina
  27. grazie fioba che hai smascherato tutte le bufale del mondo, ora si che posso fare dei sonni tranquilli.....

    RispondiElimina
  28. Ottimo articolo!
    Franz

    RispondiElimina
  29. stefania (da messina)4 giugno 2012 13:31

    sto diffondendo questo articolo ovunque..dato che è praticamente ovvio tutto quello che c'è scritto..peccato che c'è ancora chi nonostante queste evidenze si ostina a cercare cospirazioni e tanto altro...grazie per l'ottimo lavoro..e soprattutto per la chiarezza dell'articolo. Stefania.

    RispondiElimina
  30. Grande!
    Splendido articolo, mi permetto solo di apportare qualche correzione formale:
    hai scritto
    "1J=1Watt/s "
    ma in realtù 1 Joule è l'energia prodotta da una potenza di 1 Watt applicata per un secondo, quindi "1J=1Watt*s"
    La divisione proprio non c'entra: è una moltiplicazione.

    Non si capisce cosa sarebbero i "25Watt/h mq" h è ora? allora intendevi Wattora o W*h, che è un lavoro. La densità di potenza è Watt/mq.

    RispondiElimina
  31. Post ben fatto.
    Aggiungo solo due cosette.

    Fra i fuffari andrebbero elencati anche quei giornalisti che in questi giorni blaterano di costruzioni fatte male (17 morti con 16 mila sfollati, un'incidenza dello 0.16%, Aquila 309 morti 15 mila sfollati 1%, Giappone 25 mila morti 600 mila sfollati, Haiti 200 mila morti 600 mila sfollati, Sumatra 200 mila morti 3-5 milioni di sfollati).
    Segnalo che Claudio Messora nel suo blog ha dato credito alla teoria del cambiamento della scossa sismica a 5.9 per ridurre al 70% i rimborsi.

    Il procedimento della disaggregazione indica lo spettro sismico previsto dalla normativa relativo ad un terremoto caratteristico del 5.7 richter circa, una probabilità di superamento del 22% ed un periodo di ritorno di 475 anni (basato sul database ITACA).
    Andando a ricercare gli spettri e gli accelerogrammi relativi allo spettro di normativa si scopre che la serie di 7 accelerogrammi che mediamente sta nell'intorno dello spettro (20% sopra e 40% sotto) relativamente ad un periodo di oscillazione di 0.15-2 secondi deve includere sismi avvenuti a 100 km di distanza, ovvero in Umbria. Ciò significa che sismi di tale portata non sono disponibili nel database di accelerogrammi ITACA. Ed in effetti un sisma comparabile per l'area lo si ritrova nel 1500 (quando non c'erano i sismografi)...TR=500 (per una volta la statistica è stata quasi esatta). Benchè la quasi totalità delle strutture non sia stata progettata agli stati limite (NTC08) e forse nemmeno secondo l'ordinanza 3274 (entrata in vigore nel 2005, mentre la mappatura sismica è del 2005), e forse dal 2003 con procedura del DM96 (nelle NTC08 il metodo antisismico previsto nel DM96 è inapplicabile a qualsiasi costruzione), il basso numero di morti sembra replicare lo stato limite ultimo definito SLV, stato limite di salvaguardia della vita, per cui una struttura subisce danni irreparabili, ma mantiene una portanza tale da permettere alle persone di uscire dall'edificio illese. Sfortuna vuole che nel caso dell'Emilia siano state tre le scosse sismiche tendenti all'evento eccezionale con TR=500 anni, 5.9-5.7 e 5.1,
    La prima ha danneggiato (le strutture hanno retto e permesso l'evacuazione) e le persone si son messe in salvo. La seconda ha distrutto e la terza ha dato il colpo di grazia finale alle strutture.

    Molto più interessanti per un ingegnere sono invece i vari danni riscontrati (io sono rimasto particolarmente colpito dalle bandiere di un comune colpito dal terremoto piegate dalla scossa sismica - appendice incastrata con scarso peso visto che l'asta porta solo un tessuto), sintomo forse che la poca profondità del sisma abbia generato meccanismo differenziali non trascurabili specie nelle strutture estese come i capannoni. A mio parere le teorie dei fuffari distolgono da questo aspetto che potrebbe essere importante per migliorare la sicurezza degli edifici, ovviamente non trascurando adeguati piani territoriali di aggiornamento sismico al patrimonio edilizio italiano (evitando tuttavia di dar corda ad architetti od esteti come ha fatto Servizio Pubblico, preferendovi figure professionali che all'università hanno studiato materie civili e sismiche/meccanica delle vibrazioni!)

    Saluti

    RispondiElimina
  32. Cito:
    4) Non ci sono mai stati tanti terremoti in un territorio come l'Emilia: FALSO

    Qui si vede l'arroganza di chi vuole dimostrare una tesi precostituita. Se ci sono stati terremoti in precedenza, paragonabili per quantità ed intensità andrebbero citati. Io finora sono a conoscenza di un terremoto di cinque secoli fa, che appare paragonabile per la magnitudo, ma non per la quantità di scosse. E l'effetto distruttivo di questi giorni è dovuto anche alla continuità del sisma.

    Vorrei qui far notare che scienza non è "io ho la laurea e quindi ti fornisco io le risposte" ma scienza è fornire prove sperimentali.

    Cito ancora:
    Non potendo prevenire i terremoti l'unica cosa da fare è sfruttare al massimo le conoscenze che abbiamo a disposizione.

    E qui resto sorpreso che non si parli del fatto che le istituzioni hanno classificato l'Emilia come zona sismica 3.

    Il problema reale non sono i complottisti, ma il fatto che edifici costruiti a norma sono crollati. E i media pensano a raccogliere fondi e ad attaccare gli sciacalli.

    RispondiElimina
  33. Cito:
    4) Non ci sono mai stati tanti terremoti in un territorio come l'Emilia: FALSO

    Qui si vede l'arroganza di chi vuole dimostrare una tesi precostituita. Se ci sono stati terremoti in precedenza, paragonabili per quantità ed intensità andrebbero citati. Io finora sono a conoscenza di un terremoto di cinque secoli fa, che appare paragonabile per la magnitudo, ma non per la quantità di scosse. E l'effetto distruttivo di questi giorni è dovuto anche alla continuità del sisma.


    L'arroganza è tutta tua che dai per scontato che non possano passare 500 anni tra un' attivazione ed un' altra di un sistema di faglie; che non ha la minima idea di che cosa siano i tempi e i movimenti geologici e che consideri anormale che l'attività di allora non sia uguale a quella di oggi... E dall'alto di cosa lo dici? Dal nulla. Ti conviene tacere invece di parlare di cose che non conosci...

    E qui resto sorpreso che non si parli del fatto che le istituzioni hanno classificato l'Emilia come zona sismica 3.

    Le mappe sismiche si basano sulla statistica e andrebbero aggiornate...

    Il problema sono anche complottisti che diffondono paure irrazionali e istigano alla diffidenza in un momento in cui non ce ne sarebbe proprio bisogno...

    Buona giornata!

    RispondiElimina
  34. Esistono vari database consultabili con solo un po' di buona volontà (cosa che in genere manca ai complottisti che cavalcano il sensazionalismo): Itaca, l'ESD (scarso, meglio l'ITAVA), ISIDE...

    Anche la voce di wikipedia spiega bene la differenza fra SLD e SLV (sempre che un complottista non la modifichi...ce ne sono tanti che balzicano l'enciclopedia libera), per cui è semplice capire come la salvaguardia della vita non implichi la riduzione del danno per mantenere l'operatività.

    zona sismica 3 -> la normativa NTC08 prevedeva un sisma del sesto grado come evento per il dimensionamento a SLV...ed un sesto grado è arrivato. Ad 1 sesto grado han resistito la maggior parte degli edifici, tanto che il numero dei morti è stato veramente esiguo...

    Gli studi di Geodinamica hanno acquisito rilevanza solo negli ultimi anni e questo è uno dei primi terremoti che conferma la loro bontà.
    La mappatura sismica è iniziata nel 2004 ed è stata accettata con DL nel 2006.... chiamarla vecchia mi par insensato, specie se si raffronta questo periodo con gli edifici "recenti", degli ultimi 60 anni.

    RispondiElimina
  35. @Stupor Mundi 83: resto in fiduciosa attesa dei dati che attestano nel passato una continuità di scosse analoga a quella attuale.
    Chiarisco che è poco scientifico attribuire all'altro idee non espresse, insomma le idee che tu pensi io abbia non sono un dato sperimentale.
    Né tantomeno è un ragionamento scientifico dire all'altro "ti conviene tacere" o appiccicargli l'etichetta "complottista".

    E si, mi dispiace che parlate di alto e di basso invece che parlare di prove, di esperimenti e di riscontri. Perchè questo è la scienza: teorie supportate da evidenze sperimentali e capacità di prevedere qualcosa del futuro. Se del futuro non sei capace di prevedere assolutamente niente, non ti lamentare se la gente ti preferisce uno sciamano.

    RispondiElimina
  36. Qui se vi interessano gli spettri sismici di San Felice sul Panaro dal Database ITACA rispetto allo spettro SLV elastico
    http://i47.tinypic.com/1247rdv.jpg

    http://www.ingegneri.info/forum/viewtopic.php?f=8&t=52198&p=342056#p342056

    RispondiElimina
  37. Purtroppo il problema è sempre lo stesso quando si ha a che fare con argomenti che toccano l'emotività: la scienza è lontana mille miglia dal senso comune. Il quale, per esempio, non è in grado di accettare che 500 anni sia un tempo ragionevole per le dinamiche geologiche, oppure che il secondo evento (del 29) fosse assolutamente imprevedibile ma non anomalo; non parliamo quando si toccano argomenti quali la valutazione dei rischi (dove gli eventi si debbono valutare in termini di vittime) o la valutazione ex-post di certi fatti - ho sentito condannare senza appello ingegneri e geologi perché i capannoni sono crollati, quasi che un ingegnere debba sapere, a prescindere da quello che prescrive la normativa in fatto di zone sismiche, quali saranno i terremoti a venire da qui in avanti, faccio presente che la zonizzazione sismica dell'Emilia risale al 2003 ma molti capannoni crollati erano stati costruiti ben prima.
    Dunque, perché stupirsi di reazioni come quello del Terremotato (primo post) o dei vari troll o sciacalli o idioti (chiamiamoli con il loro vero nome) ?
    Complimenti, bel post, molto interessante.

    RispondiElimina
  38. @Truman a uno che pone argomentazioni simili cosa si può rispondere?

    Comunque gli altri ti hanno già risposto in modo egregio...

    Chiarisco che è poco scientifico attribuire all'altro idee non espresse, insomma le idee che tu pensi io abbia non sono un dato sperimentale.

    In che altro modo possono essere interpretate le tue argomentazioni?Prova a rileggertele.

    Se del futuro non sei capace di prevedere assolutamente niente, non ti lamentare se la gente ti preferisce uno sciamano.

    Beh, mettiti l'anima in pace PER ORA i terremoti non sono prevedibili. In futuro si spera di sì: la ricerca va avanti. Se per qualcuno questo è sufficiente per consultare uno sciamano è un problema suo...

    RispondiElimina
  39. @Stupor Mundi: qualcosa conviene chiarire. Sto dicendo che piuttosto che ascoltare voi ci sono persone che preferiscono rivolgersi agli sciamani (e ne hanno ben ragione).
    Resto sempre in attesa delle indicazioni puntuali di una sequenza di terremoti analoga a quella attuale. Non serve dire: "consulta i database", perchè l'affermazione 4) non l'ho fatta io e chi afferma qualcosa del genere dovrebbe fornire le evidenze o rinunciare a parlare di scienza.

    E smettetela di ripetere che 500 anni dal punto di vista geologico sono un periodo breve, nessuno lo ha negato.

    Le mie affermazioni poi vanno interpretate alla lettera: chi afferma qualcosa, dando dell'imbecille a destra e manca, dovrebbe fornire evidenze.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah.... Truman se la cosa ti fa sentire meglio vai pure dallo sciamano di turno, non mi offendo.
      Comunque ti comunico che la sequenza sismica umbria-marche del 1997 nei primi 23 giorni e' stata caratterizzata da 1500 eventi (poi e' continuata).... Poi quella de L'Aquila e' stata caratterizzata da oltre 10000 eventi. Quindi nella sequenza emiliana non vedo anomalie.....
      PS divertiti con gli sciamani e previsori di turno

      Elimina
  40. @happycactus
    Non avermene, una piccola correzione.
    L'ordinanza 3274 è del 2003, il DL dava inoltre la possibilità alle regioni di aggiornare la sismicità delle carte. L'Emilia Romagna aggiornò le carte sismiche nel 2005 (i giornali/procuratore dicono nel 2003...boh avranno confuso o forse non sono nè ingegneri, nè abili a documentarsi).
    Quindi la regione ha aggiornato, ma al decreto legge del 1998 (nel quale quelle aree erano non sismiche) e la verifica poteva essere fatta in regime transitorio con il DM96 (l'ordinanza 3274 poteva essere applicata, ma mancavano i dati per applicarla).
    La mappatura sismica è iniziata nel 2004, completata nel 2005, approvata con DL nel 2006.
    Nel 2005 le norme tecniche costruttive del 2005 permettevano ai progettisti italiani di continuare a progettare con il DM96, potevano adottare la 3274 poi modificata nella 3519 (norma che ha anche recepito la mappatura sismica nel 2006), oppure potevano adottare il dimensionamento delle NTC05. Questo fino al 2007. Da notare che le tabelle per avere i valori sismici non c'erano in quel periodo, quindi chi adottava la 3274 o le NTC05, pur simili alle norme europee che l'Italia doveva recepire e pur simili alle verifiche sismiche delle successive NTC08, erano basati su parametri non ben collegabili al sito di costruzione.
    Nel 2008 sono state emanate le NTC08 e in allegato sono finalmente state date le tabelle riferite alla mappatura sismica, è entrata in vigore il sistema odierno e soppiantata la 3519/dm96.

    (tono ironico) Complimenti ai politici italiani...


    Qui un paper di analisi del sisma:
    http://wpage.unina.it/iuniervo/papers/Peak_Parameters_Emilia_Mainshock_V1.0.pdf

    RispondiElimina
  41. Combatto da giorni contro le stronzate dei complottisti, avete ragione però a volte è davvero una battaglia persa, non leggeranno mai altre fonti che non siano quelle dei loro guru, guardate qua.. è solo uno degli infiniti esempi cui mi trovo davanti.. https://www.facebook.com/photo.php?v=119061641566260&comment_id=69994&ref=notif&notif_t=like

    RispondiElimina
  42. Bravissimo, bel lavoro di sintesi, chiaro, sintetico ed esaustivo.
    Ci voleva dato l'alto numero di sedicenti esperti che teorizzano complotti di vario tipo: dal fracking all'HAARP.
    Finalmente una voce chiara nel panorama scadente di internet.
    10 e lode, te lo dico da geologo.

    Paolo Mauri

    RispondiElimina
  43. Grazie mille per questo articolo!
    Anche io sono geologa e sono profondamente indignata della disinformazione, programmata o meno, che gira in internet ogni volta che c'è un terremoto o un'eruzione. Purtroppo, a parte cercare di portare dati reali e comprovati come tu hai fatto, c'è ben poco da fare, e cercare di informare persone che sono già convinte di altre fantasiose ipotesi (peraltro più appetibili perchè permettono loro di prendersela con qualcuno) è una partita persa.
    In ogni caso, la cosa migliore è cercare di fare quello che fai tu, e anche tutti noi geologi: spiegare in base alle conoscenze un po' più dirette che abbiamo appreso negli anni di studi che in due parole gli esseri umani NON sono in grado di provocare terremoti.
    Grazie mille ancora

    Marta Marchetti

    RispondiElimina
  44. Apprezzo questa ricerca mastodontica e le spiegazioni a 360 gradi, ma purtroppo io personalmente sono una di quelle che continuano a credere nella colpevolezza di Haarp e del Fraking riguardo gli eventi in Emilia. Però, caro Terremotato Emiliano, prima di insultare l'autore facevi meglio a leggere attentamente perché ha ben sottolineato in rosso che "idioti e sciacalli" non era riferito a voi!
    Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per onor di cronaca, la precisazione l'ho fatto dopo il suo commento

      Elimina
  45. Ahahahah! E io credo a cappuccetto rosso...
    Perché non provi ad aprire un qualsiasi libro di geologia o di fisica elementare prima di credere a certe cavolate?! Contento te...

    RispondiElimina
  46. Fioba, complimenti per la chiarezza, le ottime conoscenze e, soprattutto, per la pazienza con cui rispondi puntualmente a chi non conosce il mondo complesso della Geologia e della Geofisica.
    Saprai certamente del Blog di Maria Rita D'Orsogna che è una delle fonti di disinformazione che hanno dato vigore all'opera di sciacallaggio di ambientalisti che io definisco fondamentalisti.
    Le fesserie sul Fracking hanno contribuito a spargere terrore e sfiducia nei tecnici impiegati nel campo. Io ho 40 anni di esperienza nel campo petrolifero e ho provato a controbattere sui vari blog (terribile quello di Stampa Libera) alle cavolate e leggende metropolitane che vengono sbattute in faccia alla povera gente dell'Emilia che dovrebbe essere, piuttosto e per quel che si può, rassicurata. Ebbene sono stato coperto da insulti e minacce perchè io faccio parte di quei crudeli assassini che provocano i terremoti con le "Trivelle Texane".
    Complimenti ancora con la promessa di seguirti e di darti una mano per quello che è possibile.

    RispondiElimina
  47. tutto molto giusto....
    ma adesso il problema diventa "politico".
    vedremo se i nostri governanti avranno le palle per prendere decisioni adeguate e tempestive in modo da affrontare la situazione presente e futura.
    occorre solamente onestà e competenza.
    vedremo

    RispondiElimina
  48. Complimenti per l'articolo, anche se lo sai meglio di me, nella testa dei complottisti non passa nulla...ci sbatto la testa tutti i giorni con sta gente. Specialmente con l' HAARP che da Radioamatore, so benissimo come funziona anche perchè si può ricevere debolmente anche in italia con ricevitori SDR ad ampio spettro...e non fa ne più ne meno di una normale stazione radio come migliaia nel mondo...
    Ignoranza e sospetto, due brutte bestie...
    Grazie ancora.
    Max

    RispondiElimina
  49. Salve. Spero di non essere indiscreto se commento questo ottimo post con un messaggio, nel senso buono del termine, "pubblicitario".

    Sto gestendo un progetto che prevede la vendita sui vari Apple Store, Windows Store e Play Store di un videogioco a tema terremoto, con lo scopo di donare i soldi ottenuti alla Protezione Civile dell'Emilia Romagna.

    Purtroppo non posso fare tutto da solo: sono un programmatore ma non so disegnare.

    Se qualcuno, cortesemente, potesse dare un'occhiata alla pagina del progetto, mi farebbe un grosso favore.

    Grazie

    Francesco Bonizzi

    RispondiElimina
  50. Grazie Fioba,
    hai parlato di cose talvolta complicate con un linguaggio comprensibile ai più.
    Grazie per la puntualità delle tue citazioni ed i rimandi ai vari articoli/blog/studi che hai correttamente citato; in particolare, molto interessante l'articolo di Gianni Comoretto.

    Mi chiedo a cosa si appelleranno i complottisti di ogni risma ora che da ormai un anno la stazione HAARP è stata chiusa.

    Ossequi da Bologna.

    RispondiElimina

I commenti a questo blog, salvo offese e casi di eccezionale gravità che incapperebbero nel codice penale (e di cui chi scrive si assumerà la responsabilità), sono liberi, senza censura ed a pubblicazione immediata per i post con meno di 14 giorni.

Come previsto dalla piattaforma Blogger, possono essere utilizzati i seguenti tag HTML con la seguente sintassi:

1) <a href="LINK">PAROLA O FRASE LINKATA </a> (per la creazione di link)
2) <b>PAROLA O FRASE IN GRASSETTO</b> (per la creazione di testo in grassetto)
3) <i>PAROLA O FRASE IN CORSIVO</i> (per la creazione di testo in corsivo)

Grazie per la vostra partecipazione.

Related Posts with Thumbnails

Etichette

Debunkers e Blog tematici