mercoledì 7 gennaio 2009

Probabile esplosione nucleare in Iraq nella Prima Guerra del Golfo ?

E mentre Straker, con la sua allegra compagnia di Cialtroni, raggiungono livelli di stupidità, superficialità e di ignoranza mai visti, con post idioti di cospirazioni a base di Scie chimiche, polveri intelligenti (sicuramente più intelligenti dei Cialtroni), Ufo e nanotubi, mentre i bambini muoiono massacrati anche da armi bandite (eg. bombe al fosforo), insomma sulle spalle di gente che muore per un conflitto tra Israeliani e Palestinesi che dura da 60 anni (non entro nel merito delle colpe per non banalizzare la storia dei due paesi) affermando:


" (.....) per localizzare i nemici nei bunker e nelle roccaforti, usa la polvere "intelligente", ossia dei microcomputers in grado di ricevere e trasmettere dati. Sono nanostrutture, collegate in una rete senza fili, con cui si possono individuare obiettivi militari per poi neutralizzarli. La "smart" dust, che fu già adoperata durante la prima guerra del Golfo per localizzare le truppe irakene, una volta diffusa nell'ambiente, funge da sistema di rilevazione (.....)".

Sono talmente banali e superficiali, specialmente quelli che si definiscono esperti con un "fisico" bestiale, che, mentre sparano cazzate sulle scie chimiche e su argomenti nei quali non sono competenti, si sono lasciati scappare una notizia di RAINEWS24 (rimbalzata su diverse testate ed agenzie internazionali) riguardante proprio un fatto probabilmente accaduto durante la Prima Guerra del Golfo e riguardante la salute di tutti.

Nel reportage, realizzato da
Maurizio Torrealta (qui potete scaricare il testo ed il video in italiano), Jim Brown, un veterano dell'esercito americano, afferma che durante la prima guerra del Golfo (1991) sarebbe stata fatto esplodere un ordigno nucleare nucleare di 5 Kiloton (una bomba relativamente piccola, considerando che quella di Hiroshima era di 16 Kiloton e di quella di Nakasakhi era di 22) tra la città irachena di Basra ed il confine con l'Iran. La radioattività di tale esplosione sarebbe stata mascherata dalla radioattività derivata dall'uso dei proiettili all'uranio impoverito.

A favore di tale affermazione ci sono i seguenti riscontri:
  1. Gli effetti terribili della radioattività, come si evince dai dati sulla situazione sanitaria a Basra (le foto, raccolte dal Dr. Jawad al Ali, oncologo dell'ospedale di Bassora ,se avete lo stomaco forte le potete scaricare qui).
  2. E' stato registrato un evento sismico (catalogato con il numero 342793 dall' International Seismological Centre il cui epicentro è riportato nella figura sottostante) avvenuto il 27 di Febbraio del 1991 durante gli ultimi giorni di Desert Storm. E' stato un evento di magnitudo di 4.2 scala Richther con l'epicentro proprio nella zona descritta da Jim Brown tra la città di Basra e il confine con l'Iran e ad una profondità tra 0 e 33 km.


A sfavore di tale affermazione deve essere considerato:

  1. La rete USGS (vedi qui e qui) non ha registrato l'evento (i dati della rete Geofon invece partono dal 1993)
  2. Non è stata calcolata la Magnitudo MS delle onde superficiali (calcolata sulle onde di Rayleigh)
  3. Jim Brown non era in Iraq al momento dell'esplosione ma riferisce fatti visti da perzone terze.
Riprendendo il mio Post precedente sulle esplosioni nucleari, il metodo più efficace, per distinguere da dati sismici un'esplosione nucleare da un terremoto è probabilmente il confronto mb-MS. Tale criterio è fondato sull’osservazione che per un evento di data magnitudo mb delle onde di volume (calcolata sulle onde P), le esplosioni sono caratterizzate da un valore di magnitudo MS delle onde superficiali (calcolata sulle onde di Rayleigh) molto più piccola di quella dei terremoti, come mostrato nella figura sottostante.


Figura presa da qui

Nel nostro caso la magnitudo mb registrata, e pari a 4.2, potrebbe essere compatibile con un esplosione nucleare solo se la magnitudo MS risultasse tra 2.3 e 2.7, ma non è stata calcolata.

Quindi, allo stato attuale non è possibile ne confermare ne smentire l'esplosione dell'ordigno atomico durante la prima guerra del Golfo.
Sicuramente per definire l'evento dovranno essere rianalizzate, se disponibili, le forme d'onda in modo da calcolare la MS. Tale operazione potrà essere effettuata dagli Enti di ricerca preposti (in Italia l'INGV).
Mi attiverò per dare alcuni miei contatti INGV ed Università di Firenze al giornalista.

Saluti

Fioba

7 commenti:

  1. http://www.giornalettismo.com/archives/7062/1991-una-bomba-atomica-esplose-a-bassora/

    Se puo' esserti utile.

    Saluti
    Michele

    RispondiElimina
  2. Ciao Michele, ho visto l'articolo, Il database sismico non è lo stesso, giornalettismo ha adoperato quello USGS, Rainews24 quello ISC.
    Nel database ISC c'è un evento che potenzialmente potrebbe essere compatibile con una esplosione nucleare, ma mancano dati per confermarla.

    Ti volevo poi dire che ho aggiornato il post sul celebroleso arturo, dagli un'occhio.

    Un'altra domanda, in mio html è moolto arrugginito, come hai fatto ad espandere il testo dei post a "tutta pagina" a a far si che segua le dimensioni della finestra del browser?

    Ciao

    Massimo

    RispondiElimina
  3. Nessun codice particolare, ho solo usato un formato standard di blogspot...
    Oh, pure io con l'HTML sono rugginoso, magari prova a chiedere a Axl, che se ne intende di piu'.

    Saluti
    Michele

    RispondiElimina
  4. Ciao Fioba, ciao Hanmar.
    Ho letto questo post un paio di giorni fa, ma posto un commento soltanto ora.
    Esprimo un parere personale basato su alcune sensazioni ed un paio di considerazioni che ora dettagliero': non una analisi a prova di bomba, quindi. Prendete con le molle quello che scrivo.

    Secondo me, quella dell'atomica a Bassora nel '91 e' una bubbola.

    Mi spiego.

    Diamo un'occhiata alle fonti che citi.
    - come hai rilevato giustamente, l'autore non era in Iraq al tempo dei fatti. Non e' un testimone diretto e non riporta nemmeno testimonianze (verificabili, tipo dichiarazioni giurate o interviste filmate) di testimoni diretti della supposta esplosione.
    - Il documento che hai linkato del dottore irakeno non parla degli effetti di una esposizione ad un bombardamento atomico, ma di quelli dell'uso di proiettili ad uranio spento (DU): non puo' quindi essere una prova di un'esplosione (e che gli americani abbiano usato proiettili all'uranio non e' mai stato un mistero).
    - Nella prima parte della presentazione di quel dottore si parla di cancro, ma le foto non c'entrano nulla con il cancro: ferite da mina, ustioni, bimbi idrocefali, malformazioni fetali. Non cancri. Quindi?

    Prendiamo in considerazione invece alcune incongruenze.

    Nel testo che linki si leggono alcune affermazioni che si contraddicono da parte della principale "fonte" (Jim Brown):
    - "viene anche chiamata bomba nucleare a potenza variabile.", sarebbe un ordigno del tipo "dial-a-yield", che non e' un'atomica a fissione pura, ma una bomba termonucleare (del tipo "boosted").
    - subito dopo: "L' Arma è essenzialmente una bomba a penetrazione ad alta efficienza". Non ci siamo: le bombe fatte per penetrare nei bunker non sono del tipo "dial-a-yield" ma a potenza fissa.
    - "quando viene sganciata penetra all'interno dell'obbiettivo, in questo caso è penetrata all' interno del terreno ed è esplosa là dentro."
    Quindi un fall out molto limitato ed un irraggiamento diretto praticamente nullo.
    - "Viene anche utilizzata per rendere inaccessibili certe aree. Significa in pratica che l' intera area viene irradiata di radiazioni. E' anche un messaggio molto efficacie se volete dire a qualcuno di stare lontano da quel posto. Viene chiamata "Bunker Booster""
    E' l'esatto contrario di quello che ha detto prima. Gli effetti che descrive qui invece sono quelli di un ordigno del tipo "MRD" (modified radiation device), volgarmente detta bomba a neutroni. Che viene fatta esplodere in aria, a qualche centinaio di metri di quota per avere la massima efficacia. E che, ufficialmente, gli americani non hanno.
    Quindi mi piacerebbe sapere cosa esattamente sarebbe esploso nel '91 secondo Brown.

    - Effetti delle radiazioni: nel testo si parla solo di tumore, anzitutto, mentre su un periodo di 10 anni dovremmo vedere un aumento di casi anche di altri tipi di malattie, prima di tutto le cateratte (fonte).
    Nel testo si parla di un aumento dei tumori in generale da 34 ad oltre 600 casi: un aumento di 200 volte in 10 anni.
    Questo non e' compatibile con una bomba atomica di minuscola potenza esplosa sotto terra a decine di chilometri dalla citta'. I dati di Nagasaki dal '58 al '97 (bomba piu' potente e direttamente sulla citta') parlano di un aumento di al massimo 4 volte (fonte)
    Nota che non sto negando le sofferenze di quei poveracci.
    Dico solo che mi sembra piu' ragionevole attribuire quei dati ad altre due fonti "ambientali": i proiettili ad uranio spento e, soprattutto, le centinaia di pozzi petroliferi che hanno bruciato allegramente per quasi un'anno nella regione.

    Infine alcune considerazioni di semplice buon senso.

    La radioattivita' non e' tutta uguale. Quella dovuta ad un'esplosione nucleare ha una sorta di "impronta" che si puo' riconoscere ad anni di distanza dall'evento e che e' completamente diversa da quella di altri eventi (incidente ad un reattore o proiettili all'uranio). Se ci fosse stata un'esplosione nel '91, sarebbe ancora oggi possibile appurarlo direttamente (sempre che qualcuno si dia la pena di farlo).

    Nel '91 in quella zona c'erano ammassati decine di migliaia di soldati di almeno 6 nazionalita', inoltre l'area era guardata a vista da Iraniani e Russi per evidenti motivi.
    Una bomba atomica, per quanto piccola, ha l'impiccio di essere dannatamente evidente quando esplode:
    anche una "bunker buster" non penetra per piu' di una trentina di metri nel suolo, prima di esplodere. Non stiamo quindi parlando di un'esplosione sotterranea (occultabile), come nel tuo precedente articolo, ma in pratica di un'esplosione al suolo.
    Quindi vale la solita obiezione ai complottoni: possibile che nessuno ma proprio nessuno dei testimoni diretti abbia detto nulla?
    Neppure quelli che avevano tutto l'interesse a "sp..." gli americani?

    RispondiElimina
  5. Sono contento di questa risposta, sono quelle cose che danno un senso ai Blog, l'incontro di esperienze che originano discussioni costruttive e multidisciplinari.
    Anch'io ho qualche dubbio derivato da un'analisi a "buon senso". diciamo. Non essendo però esperto ne di armi ne in medicina ma avendo lavorato in ambito geofisico per 9 anni, mi sono occupato dell'aspetto sismico, campo a me più congeniale e sostanzialmente quello che potrebbe dare una risposta attendibile al quesito.
    Purtroppo come ho già detto nel Post, allo stato attuale non è possibile dare nessuna certezza dai dati a nostra disposizione, ma devono essere rianalizzate le forme d'onda originali per calcolare la Magnitudo MS. Non so se sarà possibile in quanto quegli eventi sono molto deboli, ma ho inviato una mail al giornalista con tre indirizzi di tre miei ex colleghi da contattare all'INGV e all'Università di Firenze per vedere se è possibile estrarre dati aggiuntivi e fare dei calcoli diciamo "ufficiali".
    Ti volevo fare solo una richiesta, potresti identificare il tuo campo di attività, per dare un po più di peso a quello che scrivi?

    Ciao

    Fioba

    RispondiElimina
  6. Ciao Fioba,
    scusa il ritardo nella risposta.
    Non credo che dirti quello che faccio possa "dare piu' peso" a quello che dico.
    Se mai, documentare meglio la parte di post a cui non ho messo riferimenti potrebbe farlo (provvedero').
    Comunque, per rispondere alla tua domanda, sono un consulente di sicurezza informatica.
    Sono laureato in fisica, indirizzo elettronico. Ho lavorato per l'istituto di fisica cosmica del CNR e poi per l'INFN. In entrambi i casi, mi occupavo di sistemi di calcolo paralleli e real time. Per L'INFN, ho fatto qualche turno di misure al ciclotrone di Catania.
    Poi sono passato nell'industria privata, prima nell'automazione industriale poi sempre piu' spostandomi verso l'informatica "pura".
    Se hai altre curiosita' sul mio CV, o se vuoi verificare la mia identita', possiamo sentirci in privato (se vuoi, ti mando una mail io).

    RispondiElimina
  7. Ciao Dario, scusami ma non avevo visto che eri lo "stesso" Dario. Fa comunque piacere vedere la "qualità" delle osservazioni fatte ai Post.

    Se poi mi mandi comunque i riferimenti mi faresti un piacere così aggiorno il post.

    Ciao

    Fioba

    RispondiElimina

I commenti a questo blog, salvo offese e casi di eccezionale gravità che incapperebbero nel codice penale (e di cui chi scrive si assumerà la responsabilità), sono liberi, senza censura ed a pubblicazione immediata per i post con meno di 14 giorni.

Come previsto dalla piattaforma Blogger, possono essere utilizzati i seguenti tag HTML con la seguente sintassi:

1) <a href="LINK">PAROLA O FRASE LINKATA </a> (per la creazione di link)
2) <b>PAROLA O FRASE IN GRASSETTO</b> (per la creazione di testo in grassetto)
3) <i>PAROLA O FRASE IN CORSIVO</i> (per la creazione di testo in corsivo)

Grazie per la vostra partecipazione.

Related Posts with Thumbnails

Etichette

Debunkers e Blog tematici