martedì 27 aprile 2010

Straker ed i "falsi"

Post aggiornato il 28/04/2010
Post completamente riscritto
Ultimamente Straker sta avendo diversi travasi di bile...... Infatti è stato abbondantemente sputtanato in diretta nazionale con Report.....eh eh eh. 
Il 18 aprile, Milena Gabanelli ha letto in trasmissione una delle deliranti e paranoiche lettere arrivate in redazione, dopo le GoodNews di qualche settimana fa sull'attività del CICAP, a seguito di una campagna denigratoria dei "soliti noti".
_______________________________________
_______________________________________

 Durante i suoi travasi di bile, scrive:

Ora, a prescindere dal fatto che Airlines.net è un sito acquisito da tempo (il suo creatore è morto in circostanze poco chiare circa un anno fa) e che quindi può pubblicare qualsiasi foto a favore della bislacca tesi delle contrails, è palese che quanto ritratto in questa foto è il fumo prodotto dalla combustione, tanto è vero che è visibilmente azzurro! O vorrebbero che noi credessimo che la condensa assume tale colorazione? Inoltre i dati exif della foto pubblicata sul sito sopra citato, evidenziano che il file immagine è stato modificato e da esso sono stati rimossi tutti i riferimenti alla macchina fotografica con la quale è stata scattata l'istantanea. I sospetti sono dunque leciti.

Un lettore poco attento (chiaramente non un frequentatore di questo Blog) potrebbe anche ritenerlo un "complotto" plausibile, ma sapendo che chi l'ha scritto è un famoso "espertone informatico", bisogna sempre stare sull'attenti...
Ed infatti, tanto per cambiare si sbufala da solo eh eh eh.
Dunque la foto incriminata è la seguente:


A parte che è ovvio che non è originale a quella scattata, hanno inserito le scritte sotto e la scritta Airliners.net in sovraimpressione. Ma osserviamo bene i dati "exif incriminati":



Come si può vedere l'immagine è stata elaborata processata dal programma NeatImage (un software per la rimozione del rumore, viene utilizzato nelle foto con soggetti in veloce movimento).
Agli occhi dei più questo non dice niente, ma è bene sapere che questo programma , nella versione demo e liberamente scaricabile, non permette il completo mantenimento dei dati exif....... ed ecco svelato l'arcano (come afferma Hardware Upgrade  o OneGeek):





A supporto di ciò si riporta anche il commento di un tecnico fotografico:
[omissis] ti confermo che l' immagine è stata processata con NeatImage (NB: processata, non "ritoccata").Il programma utilizza una serie di algoritmi per bilanciare la foto neii contrasti, e farla apparire così "più definita" nei contrasti stessi,il programma "accorcia" lo spazio colore tra due sfumature adiacenti (zona di confine tra due o più colori, in parole povere) per dare l' impressione che la foto sia più definita e contrastata. Oltre a questo, la foto è stata processata sui toni e ribilanciata sulle alte luci per impedire alle stesse di "sparare" sul bianco (effetto madonna sul telefonino, per intenderci). Ti certifico che lo strumento clone NON è stato utilizzato ad esclusione della parte della foto occupata dal cielo (probabilmente per ottimizzare lo sfondo e rendere più bilanciata la foto nel complesso). [omissis]
Non contento produce anche un video paranoico (tanto per cambiare) sull'argomento, dove afferma:
  1. di nuovo  quanto scritto sopra
  2. che le scie non si possono formare a quota terreno
afferma inoltre che la foto di airliners è stata falsificata in quanto
  1. i colori e le ombre non sarebbero coerenti
  2. ci sono delle strutture che a suo parere sono "tagliate".

Analizziamo ora le affermazione paranoiche riportate da Straker

Le scie non si possono formare a quota terreno
L'argomento era stato già discusso, ma probabilmente c'è chi preferisce restare nella propria beata ignoranza (repetita iuvant).
Siccome su un sito DIVULGATIVO della NASA c’è scritto:
"Contrails only form at very high altitudes (usually above 8 km) where the air is extremely cold (less than -40 degrees C).
Traduzione: "Le scie di condensazione si formano soltanto a quote molto elevate (solitamente oltre gli 8 km), dove l'aria è estremamente fredda (sotto i -40°C)."
secondo lui, non è possibile che le scie di condensa si formino a quota terreno, e quindi accusa noi sporchi Debunkers di modificare le leggi della fisica a nostro piacimento......
Ma vediamo cosa dice veramente la FISICA..........
L'umidità relativa (si misura in percentuale) è il rapporto tra la quantità di vapore acqueo contenuto in una massa d'aria e la quantità massima di vapore acqueo che la stessa massa d'aria riesce a contenere nelle stesse condizioni di temperatura e pressione (saturazione).
dove "e" = pressione del vapore in aria (hPa), "T" = temperatura dell'aria (°C) e "UR" = umidità relativa dell'aria

Se l'umidità relativa è al 100% non significa che c'è solo acqua, ma che quella massa d'aria contiene la massima quantità di umidità contenibile in quelle condizioni. Quando l'umidità relativa dell'aria raggiunge il 100%, l'eccesso di vapor acqueo condensa in minuscole goccioline d'acqua e si assiste alla formazione di una nube. La quantità di vapore che può essere contenuta da una massa d'aria è fortemente influenzato dalla temperatura, infatti diminuisce al diminuire della temperatura (pensate quando si "alita" in inverno), e, a pressione livello terreno, diventa nulla a -40 °C.

 
Quindi, se la temperatura è sufficientemente bassa, l'umidità presente nello scarico dei motori (combustione da IDROcarburi) è sufficiente per produrre una scia di condensazione anche a quota terreno (come si può vedere sopra nella foto di airliner e nel video girato dagli studenti a Fairbanks in Alaska a -45 °C e presente nel Blog di Ann@).

-----------
-----------


I colori e le ombre della foto non sarebbero coerenti
Per questa affermazione riporto il parere di un vero tecnico fotografico, Skure:

[omissis] Le ombre Blu...mistero, eh? Le ombre della foto sono azzurre solamente per un fattore d' esposizione, l' effetto è facilmente duplicabile IN FASE DI SCATTO fotografando un qualsiasi paesino montano con le stesse condizioni di luce (pomeriggio invernale, al limitare della sera, presumibilmente dall angolazione media delle ombre gettate sui tetti, ore 16-17 circa, quindi molto incidente).
Tra l' altro d' "incongruenze" sulle ombre non vi è traccia, certe case sono già in penombra certe altre no, e hanno delle angolazioni leggermente differenti tra di loro, è normale avere ombre di forma differente tra case differenti tra loro, come è normale notare delle ombre di colore differente tra case illuminate con incidenza diversa [omissis]
E anche in questo caso il problema non si pone

Alcune delle case presenti nella foto sono "tagliate".
L'espertone nella sua affermazione si riferisce a questo:



In questo caso Straker dimostra tutta la sua ignoranza in quella che si chiama "architettura rurale", che ha tra le varie caratteristiche  la copertura (il tetto) a falde asimmetriche. Di seguito alcuni esempi italiani:

 













L'architettura rurale a "falde asimmetriche" è caratteristica delle aree montame e dei climi freddi, anche se sovente si ritrova in pianura in specialmodo in fienili, in quanto permette:
  1. un maggior irraggiamento ed areazione del foraggio degli animali (che si secca e non si inumidisce
  2. uno scioglimento della neve piu veloce sulla falda corta del tetto, che abbinata ad un irraggiamento maggiore permette un riscaldamento più veloce del muro perimetrale dove in genere era ubicata la cucina (un tempo la parte più calda della casa, luogo dove si riuniva tutta la famiglia).




    Ma d'altronde......
    ........................cosa ci possiamo aspettare da uno che ha falsificato la Laurea in Architettura.






    E quindi, per concludere,  il nemico delle cisterne ha fatto un'altra figuretta....... (lascio a voi immaginare di cosa).
    Tale soggetto dovrebbe avere il buon gusto di informarsi un pochino meglio, e più che altro di evitare di esprimersi in campi a lui ignoti come la fisica del vapore acqueo e la fotografia invece di affermare il falso e farsi prendere da deliri paranoici.

    Vi lascio con il mio primo video su Straker...... Se lo conosci lo eviti
    __________________________________


    __________________________________



    Non abboccate alle bufale ed alle cialtronate in rete, prima di credere informatevi.

    PS
    A seguito delle affermazioni fatte nel video di Straker, ci tengo a precisare che non conosco né Milena Gabanelli né Paolo Attivissimo (anche se sarei onorato di conoscerli, questi collegamenti esistono solo nella mente bacata di Straker).

    Poi anche un bambino capirebbe che questa:


    non è una carta d'identità falsa.......nel senso non è proprio una carta d'identità, è una immagine composta da materiale preso in rete, come la firma qui.
    Non per dubitare dei frequentatori di questo Blog, ma per ricordalo a chi regolarmente prende in giro i suoi lettori.

    Saluti
    Fioba

    Aggiornamento
    Nella sua paranoica noiosità Straker tira addirittura in mezzo il Capo dello Stato strombazzando:

    Il Quirinale ammette l'esistenza dell'operazione "scie chimiche"

    Un rappresentante del Quirinale ha risposto ad una nostra amica e collaboratrice che aveva interpellato, in una documentata ed incisiva istanza, il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. La risposta, pur laconica, pilatesca e capziosa, è de facto un'ammissione che è in atto una gigantesca operazione di natura strategico-militare. L'assistente militare per l'Aeronautica, infatti, non nega che il problema sussiste, bensì cita non meglio precisate "disposizioni di legge" (veniamo avvelenati in ottemperanza alla normativa vigente), demandando (non a caso) al Ministero della Difesa (!) una replica più esauriente. Nella risposta quindi non si tenta neppure di confutare o ridimensionare la circostanziata denuncia della scrivente sulle scie chimiche: siamo al cospetto di un riconoscimento ufficiale, né più né meno.

    Ma quale sarà la "clamorosa" ammissione del quirinale..... vediamo un pò:

     Ma analizziamola attentamente (in grassetto i miei commenti)
     ___________________________________________________
    Gentile signora ***,
    mi riferisco alla Sua lettera del 31 marzo 2010, fatta pervenire all'indirizzo del Capo dello stato. Nel merito di quanto prospettato, pur comprendendo le motivazioni ed il coinvolgimento morale ed emotivo che hanno originato la Sua istanza, 
    Che io interpreto: Nooooo..... un'altra con sta' bufala delle scie comiche (ma non te lo posso dire......)
     devo mio malgrado informarLa che risulta impossibile intervenire su materie regolate da specifiche disposizioni di legge, la cui applicazione spetta ai competenti ministeri e su cui la Presidenza della Repubblica non può in alcun modo intervenire.
    Che significa: Qualunque cosa tu chieda, la Presidenza della Repubblica non può intervenire in quanto non competente. In particolare la materia, riguardando l'aereonautica, è di competenza del Ministero della Difesa come da disposizioni di legge (come d'altronde è il Ministro della Difesa che ha risposto alle varie interrogazioni parlamentari). E meno male che hai il fratello che insegna italiano.

    Premesso quanto sopra, La informo che la Sua istanza è stata nuovamente portata all'attenzione del competente Ministero della Difesa, per un sollecito esaustivo diretto riscontro.
    Rammaricato di non poterLe fornire migliore risposta, Le invio i miei più cordiali saluti.
    L'assistente militare per l'Aeronautica
    Firma illegibile

    Firma illeggibile....... miiiii quanto sei polemico. Se vai sul sito del Quirinale trovi tutti i nomi, solo che non hai le palle per pubblicarli.
    _____________________________________________

    Insomma a me questa me pare na' strunzata!!! Un'altra classica bufala paranoica di Straker.
    Rosariuccio, ti do un consiglio spassionato (era un detto del mio vecchio prof. di matematica e fisica al liceo ma che ti si adatta perfettamente), seguilo: 

    "Prima penza poi sccrivi. La sccrittura è la notazione di un penziero. Se uno prima 'un penza, che cacchio sccrive?" 
    (G. Pisani)
    Saluti
    Fioba

    domenica 18 aprile 2010

    Emergency, liberi i tre operatori italiani

    Emergency, liberi i tre operatori italiani
    "Sono all'ambasciata italiana a Kabul"

     

    L'annuncio del rilascio degli italiani dato dalla Farnesina. Il ministro Frattini: "Un risultato della diplomazia italiana". Letta: "Il governo il suo derby l'ha vinto". Cecilia Strada: "Nessun dubbio su loro innocenza". Dall'Aira: "Sto bene e saluto tutti"


     Emergency, liberi i tre operatori italiani "Sono all'ambasciata italiana a Kabul"

    Sono stati rilasciati Marco Garatti, Matteo Dall'Aira e Matteo Pagani, i tre operatori di Emergency arrestati l'11 aprile scorso a Lashkar Gah, nel sud dell'Afghanistan, dalle forze di sicurezza afgane, con l'accusa di aver partecipato a un complotto per compiere un attentato contro il governatore della provincia di Helmand. Lo rende noto un comunicato della Farnesina. I tre operatori sono all'ambasciata italiana a Kabul.


    Una bella notizia, finalmente.
    Ora qualcuno dovrebbe chiedere scusa a tutta Emergency........

    Fioba

    sabato 17 aprile 2010

    Antonio e Rosario Marcianò, un post e tante bufale

    Post aggiornato 17/4/2010 h. 14.45

    Sono in fase di ristrutturazione, ma non resisto quando il "dinamico duo" si esprime in tutto il loro splendore.
    Su Tankerenemy è uscito un post a firma del professore Antonio Marcianò nel quale, tra le tante minchiate presenti, si afferma che
    [omissis] Un altro composto è l’esafluoruro di zolfo (SF6): è un gas serra potentissimo, giacché ha un potenziale di riscaldamento globale pari a 23.900, cioè una tonnellata di SF6 cagiona un aumento dell’effetto atmosfera pari a quello arrecato da 23.900 tonnellate di biossido di carbonio (CO2)! L’esafluoruro di zolfo è un gas che possiede caratteristiche dielettriche notevoli, perciò è largamente impiegato nei sistemi radar militari (ad esempio, AWACS) come medium per la propagazione delle onde. Attualmente gli standard militari usano esafluoruro di zolfo puro e nessuna alternativa viene proposta. L'esafluoruro di zolfo cattura efficacemente la radiazione infrarossa e, vista la sua relativa inerzia chimica, non viene rimosso velocemente dall'atmosfera terrestre. L’esafluoruro di zolfo è impiegato pure come gas tracciante per lo studio delle peculiarità chimico-fisiche delle nubi. [omissis]
    Come è già successo, ad Antonio Marcianò piacciono le bufale. Ed infatti, come nella sua migliore tradizione familiare, riassembla spezzoni di frasi stravolgendone il significato originario. Guardiamo quello che dice Wiki:
    Esafluoruro di zolfo è un composto inorganico con formula SF6. È un gas trasparente, privo di odore, non-tossico e non-infiammabile (sotto condizioni standard); ad 1 bar ha densità 6.164 g/L (è circa 5.1 volte più denso dell'aria).
    È una molecola ipervalente. È poco solubile in acqua ma solubile in solventi organici apolari. È generalmente trasportato in forma liquefatta. trasparente, privo di odore, non-
    SF6 è un gas inerte e non è praticamente usato in reazioni di sintesi di altri prodotti.
    APPLICAZIONI
    • come gas tracciante in esperimenti per controllare ventilazione, perdite o infiltrazioni in edifici; è usato anche in idrogeologia → vedi Tracciante (idrogeologia)
    • nella metallurgia per la produzione di alluminio e magnesio;
    • nella fabbricazione di semiconduttori grazie al suo carattere inerte ed all'elevata densità (l'aria e gli inquinanti, più leggeri, vengono così allontanati);
    • è un mezzo dielettrico ideale e può essere usato in alcuni apparecchi elettrici ad alta tensione e negli acceleratori di particelle (bassa tendenza ad ionizzarsi);
    • in ambito medico per la disinfezione di presidi respiratori contro i microbi aerobi ;
    • nella fabbricazione di innovative celle fotovoltaiche denominate black silicon;
    • nelle applicazioni militari dato che ad alte concentrazioni è un gas soffocante;
    Data la sua elevata densità l'esafluoruro di zolfo è usato come trucco magico per simulare la presenza di "acqua invisibile" sulla quale far galleggiare oggetti leggeri (ad esempio una barchetta di alluminio). Un altro effetto è la capacità di SF6 di alterare la voce: inalando una piccola quantità del gas (data la tossicità a dosi elevate) si ottiene una voce più profonda; tale comportamento è opposto a quello che si ottiene inalando elio che, essendo meno denso dell'aria, provoca aumento nell'altezza della voce.

    Quindi per quel che riguarda gli impatti ambientali, essendo inerte il gas SF6 :
    • non partecipa alla catena di reazioni che è alla base della distruzione dell'ozono atmosferico
    • non contribuisce all'acidificazione delle piogge 
    • non comporta problemi di tossicità, in particolare non è né cancerogeno né biocumulabile.
    Di conseguenza l'unica specificità da sorvegliare è il potenziale effetto serra. Il gas SF6, come abbiamo visto sopra, è un gas molto stabile ed il suo potenziale di riscaldamento globale è veramente pari a 23.900 volte quello dell'anidride carbonica (CO2). Considerando però che le concentrazioni nell'atmosfera dei due gas misurate nel 1992 sono:
    • CO2 = 355.000 ppbv (parti per miliardo in volume)
    • SF6 = 0,0032 ppbv (parti per miliardo in volume)
    Ne deriva un contributo del gas SF6 al riscaldamento, confrontato con quello di CO2, pari allo 0,022% ed un contributo rispetto alla CO2 prodotta dall'uomo pari allo 0,1%. 
    Inoltre per sfruttare le "caratteristiche dielettriche" il gas SF6 è sempre utilizzato in sistemi sigillati....... vedo difficile utilizzarlo in atmosfera tramite gli AWACS.

    Come potete vedere, non è proprio quello che scrive o' professore Antonio Marcianò..........  Ma lui non contento di fare le figure da perecottaio (d'altronde il DNA non mente...... tra fratelli) insiste:

    [omissis]Lo spargimento di SO2 genera una nebbia artificiale di colore giallognolo, dal momento che tale composto, a contatto con l'aria, reagisce formando acido solforico (H2SO4). [omissis]

    In realtà, secondo la chimica tipica delle scuole medie, il biossido di zolfo (o anidride solforosa):
    1. più che irrorato, è presente naturalmente come prodotto dell'ossidazione dello Zolfo. Si forma inoltre nel processo di combustione, sempre  per ossidazione, per la presenza di zolfo  nei combustibili solidi e liquidi (carbone, olio combustibile, gasolio). Le fonti di emissione principali sono infatti legate alla produzione di energia, agli impianti termici, ai processi industriali (settore metallurgico) e al traffico. A conferma di ciò, si riscontra che la concentrazione in atmosfera di biossido di zolfo presenta una variazione stagionale molto evidente, con i valori massimi nella stagione invernale, laddove sono in funzione gli impianti di riscaldamento domestici. Inoltre non è indifferente la quota prodotta dalle fonti naturali (vulcani).
    2. non forma l'acido solforico (i numeri non corrispondono, ma d'altronde..... da un professore di lettere non possiamo pretendere che capisca di chimica, e meno male che il fratello la insegnava.....). Infatti in atmosfera il biossido (SO2), grazie alla presenza del vapore acqueo e a ai processi indotti dall'irraggiamento solare, può essere trasformato in triossido di zolfo SO3 (anidride solforica). A questo punto è l'anidride solforica che reagisce, in combinazione con il vapore acqueo (H2O), producendo facilmente acido solforico (H2SO4).
    Infine la ciliegina sulla torta.........
    In apertura di post, pubblica una foto di sanremo spacciandola per odierna quando dai dati exif si evince che è stata fatta a gennaio....... ma che figure da perecottai.
    Riporto di seguito il post di WASP (che per la cronaca non è Exxxxx Nxxxxxxx):

    16-04-2010 - IL SOLITO BUGIARDINO... ZRETINO!

    SANREMO, venerdì 16 aprile 2010

    Oggi, contrariamente alle mie abitudini, urge pubblicare questo post pomeridiano tanto per dare subito una pacca sui denti a quel BUGIARDO, FALSARIO, meschino personaggio che si fa chiamare zret e che non manca occasione per infangare la città di cui è OSPITE TOLLERATO (speriamo ancora per poco).

    Ecco cosa ha pubblicato l'essere senza vergogna e senza onore:


    FALSISSIMO !!!
    Come si può ben vedere, a sostegno delle sue malate e morbose e nichiliste fantasie, pubblica una foto con sovrastampa "Ore 10:30 - Nebbia di ricaduta a Sanremo".
    Ebbene, oggi a Sanremo alle ore 10:30 c'era il sole !!! anche se il cielo nel complesso era abbastanza nuvoloso. E' arrivato un temporale, più tardi, all'incirca verso mezzogiorno; ha cominciato a sgocciolare COL SOLE, poi il cielo si è completamente coperto, sono arrivati tuoni e fulmini e pioggia. Un classico, normalissimo temporale che si è dissolto nel giro di un'ora e mezza.
    La foto che dovrebbe provare le allucinazioni del zretino, ad un piccolo esame, risulta essere stata scattata il 31 gennaio del 2009 !!! però alle ore 10:22:22!!! ecco, l'ora è quasi esatta!!!
    IGNOBILE TAROCCATORE, POI E' WASP CHE PENNELLA LE SUE FOTO???
    VERGOGNATI, SEI INDEGNO DI VIVERE IN QUESTA CITTA' !!!


    Antò, ma se non ti piace Sanremo e ti piacciono tanto le bufale, potresti tornartene nel paese natio, a Piedimonte Matese, non credi? Basta chiedere il trasferimento al Liceo Classico-Scientifico “Galilei”......... pensaci

    Un saluto a tutti
    Fioba

    Aggiornamento
    Antonio Marcianò, in risposta ad un commento di Frankbat che gli chiedeva "spiegazioni" risponde:
    Zret ha detto...
    Frankrat, i tuoi sono i borborigmi di un ignorantone saccente che crede di vedere la pagliuzza negli occhi altrui e non la trave nel suo unico occhio da Ciclope troglodita.
    Di seguito lo screenshot



    A me sembra, da quello che ha scritto nel post, come ho evidenziato sopra, che "l'ignorantone saccente" sia proprio Antonio Marcianò:
    1. scrive in materie nelle quali non è minimamente competente facendo, come il fratello Rosario, delle figure che definire da "perecottaio" è un eufemismo 
    2. l'onestà intellettuale, che da sempre  contraddistingue lui ed il fratello, lo porta a rimuovere le frasi che non si "raccordano" con la sua tragicomica maniacale fissazione sulle “scie chimiche”, e aggiungendone altre inventare per capovolgere il significato dello scritto originale.
    Spero che mio figlio non abbia mai un insegnante del genere, un insegnante che, per quello che scrive è una vergogna per la scuola italiana.


    Fioba

    mercoledì 14 aprile 2010

    Io sto con Emergency

    Più che mai, in questo momento continuo a stare con Emergency

    Etichette

    Debunkers e Blog tematici